Ti trovi quiSocietà / Diritti umani

Diritti umani


Grazie all'Euro in Grecia la gente è senza cibo e medicine, i bambini muoiono di fame

Pasto dei poveriDuecento casi di bambini in pericolo, denutriti, «perchè i loro genitori non sono in grado di alimentarli come si deve». Non è il medioevo, è la Grecia del 2011. «Quando ho letto questa notizia – confessa Debora Billi – pensavo fosse l’esagerazione di qualche blog catastrofista, tanto mi sembrava incredibile». Invece è l’Ansa, che cita il sito “Newsit”.

È la maggiore agenzia di stampa italiana a confermare la storia: quei 200 piccoli europei sono davvero alle prese con la fame, e i loro insegnanti «fanno la fila per prendere un piatto di cibo per i loro alunni che non hanno da mangiare».

La Gran Bretagna è pronta a mandare navi da guerra in Grecia per rimpatriare i propri connazionali

Royal NavySino a tre anni fa, prima dell'inizio della grande crisi economica finanziaria globale, la Grecia era il paese europeo col più basso livello di suicidi. Ma lo tsnunami finanziario ha cambiato tutto e oggi, secondo i dati del Ministero della salute di Atene, la situazione è capovolta, con la Grecia al top della macabra classifica.

Secondo quanto riporta il Guardian, tre anni fa, infatti, con una percentuale di 2,8 suicidi su 100.000 abitanti, i greci sembravano gli europei meno inclini a togliersi la vita.

Alla vigilia della terza guerra mondiale arriva un appello internazionale

Guerradi Helga Zepp-LaRouche, Presidente del Movimento Solidarietà tedesco (BüSo) – 19.11.2011

“Temo che sarà un fait accompli…. Accadrà un mattino: ci sveglieremo e l’attacco sarà stato condotto”.

Così ha dichiarato recentemente all’agenzia stampa EIR il Gen. Joseph Hoar, ex comandante in Capo del Comando Centrale statunitense, a proposito del pericolo di un attacco militare contro l’Iran. Pochi giorni dopo Nikolai Makarov, Capo di Stato Maggiore delle Forze Armate russe, ha ammonito che la Russia potrebbe essere trascinata in un conflitto nucleare regionale, che potrebbe degenerare in una guerra nucleare su vasta scala. Inoltre alcuni ufficiali dell’esercito americano hanno messo in guardia dalle “conseguenze incalcolabili” che avrebbe un attacco all’Iran, così come l’hanno fatto numerosi specialisti del Medio Oriente che temono la terza guerra mondiale.

In Italia gli anziani soffrono della sindrome da frigo vuoto

Frigo vuotoQuasi il 70% della popolazione over non ha la possibilità di alimentarsi correttamente. Sono 12 i milioni che presentano più patologie croniche come infarto, ictus, diabete, cancro

Mentre oltre un milione di bambini e adolescenti tra i sei e gli undici anni ha problemi di obesità e sovrappeso, oltre un milione di ultrasessantacinquenni non mangia a sufficienza. Da un lato ragazzini sovralimentati e coccolati, dall’altro anziani malnutriti e abbandonati a se stessi. È così che appare la nostra povera Italia sempre più dilaniata dall’ingiustizia sociale e dalla povertà dilagante in uno studio promosso dal Ministero della Salute denominato ‘Passi d’Argento’.

Nessun accordo alla conferenza sull'abolizione delle armi biologiche e chimiche

Armi biologiche e chimicheLa notizia è passata sotto silenzio. Probabilmente a causa del fatto che anche stavolta non si troverà un accordo. Si è tenuta all'Aja, dal 29 novembre al 2 dicembre, la sedicesima conferenza sulle armi chimiche e biologiche, tenuta dall'Opcw, organizzazione per la proibizione delle armi chimiche. Si tratta di un organismo che ha mandato di implementare l'eliminazione di tali armamenti attraverso una serie di azioni: distruzione di tutte le armi, non proliferazione, assistenza e protezione, cooperazione internazionale. Nessun documento è stato redatto, e nessuna previsione su un accordo è stata fatta dopo la chiusura dei lavori.

Aumentano le violenze in Colombia

Policias ColombiaSparizioni forzate, saccheggi, aggressioni di multinazionali, sfollamenti, prigionieri politici e terrorismo di stato. Proprio come con Uribe

A oltre un anno dall'insediamento di Juan Manuel Santos, il presidente "del cambiamento" e "dei diritti umani", fatti e numeri dimostrano come niente lo diversifichi da Alvaro Uribe in termini di sparizioni forzate, saccheggi, aggressioni di multinazionali, sfollamenti, prigionieri politici e terrorismo di stato. Tutto continua e sempre più in sordina. Con i medesimi strumenti: forza pubblica e paramilitari.

Dal 7 agosto 2010 sono stati impunemente assassinati 36 difensori dei diritti umani, 18 dirigenti agrari che esigevano la restituzione delle terre usurpate ai contadini con la violenza, e 28 sindacalisti, la maggioranza dei quali apparteneva alla Centrale Unitaria dei Lavoratori (Cut). Migliaia sono stati minacciati di morte.

La Nigeria punisce gli omosessuali con il carcere

Matrimonio gayIl Senato della Nigeria ha approvato una legge che punisce le unioni gay definite “contrarie a qualsiasi morale religiosa”. Se passerà anche alla Camera dei Rappresentanti e verrà ratificata dal presidente, Goodluck Jonathan, i trasgressori rischiano 14 anni di carcere.

Nonostante la crescente presenza di gruppi per i diritti dei gay ad Abuja e Lagos, le unioni omosessuali sono rimaste un fenomeno raro nel grande paese africano dove, in teoria, possono essere punite con la lapidazione in 12 stati a maggioranza musulmana.

La Cina è ormai una fabbrica di automi

Lavoro minorile in CinaAnche la Cina sente la crisi. L’Europa e gli Usa che non crescono più portano il Grande Produttore ad avere gli stessi problemi dell’Occidente: fabbriche in chiusura, manodopera in migrazione. E allora, racconta Giampaolo Visetti su Repubblica, la soluzione è una:

Così la Cina tenta la carta della migrazione interna, strappando altra manodopera alle campagne. E soprattutto della tecnologia: robot al posto degli uomini, per fare i lavori più pesanti ed evitare un’escalation di rivendicazioni. Come farà la Foxconn, gigante hi-tech colpita da una raffica di suicidi di operai sconvolti da ritmi di lavoro insostenibili. L’incubo delle autorità di Pechino è l’esodo di massa degli stabilimenti costieri verso le sottosviluppate regioni dell’Ovest. Una concorrenza interna insostenibile: sgravi fiscali, sconti sui terreni e salari al limite della soglia di povertà garantiscono alle imprese risparmi fino al 20%.

A Falluja gli Usa hanno sterminato la popolazione con armi vietate e segrete

FallujaA rivelarlo una ricerca scientifica: attraverso l'analisi dei capelli della popolazione civile residente nella città irachena rasa al suolo nel 2004, sono state trovate tracce di uranio arricchito, lo stesso materiale usato per le bombe atomiche. L'Onu: “Migliaia i casi di cancri e malformazioni infantili”

Aborti, deformazioni congenite, disfunzioni al sistema nervoso. Effetti collaterali del dramma di Falluja, la città irachena devastata dai bombardamenti Usa del 2004: non solo per via dell’uso di armi proibite, come fosforo bianco e uranio impoverito, ma addirittura a causa dell’uranio arricchito.

In Grecia 1 negozio su 4 ha chiuso, disoccupazione al 17% e i senza tetto sono ormai un esercito

Economic downtrendLa crisi in Grecia ha colpito per prima la vasta e prospera classe media; sono colpiti numerosi quartieri, sorgono zone fantasma e migliaia di greci passano, di punto in bianco, alla categoria dei senza casa, che la crisi del capitalismo ha cacciato nelle strade, nella disperazione, mentre i governi europei preferiscono salvare le banche.

In una strada polverosa di una ex zona industriale nel centro di Atene, convertita negli anni recenti in un quartiere alla moda per la classe media, Lambros ci indica con vergogna la vecchia automobile che è la sua casa da vari mesi.

Gheddafi: era facile prevedere che egli avrebbe perso la vita per volontà degli Usa

Muammar GheddafiLa vittoria dei "ribelli libici" è stata soprattutto la vittoria della Nato. E l'assassinio di Gheddafi è l'ennesimo atto di una politica cominciata nell'ex Jugoslavia. L'opinione del giurista e filosofo Danilo Zolo

A marzo, intervistato sull'impegno della Nato in Libia, lei già immaginava l'assassinio di Gheddafi. In effetti, da Slobodan Milošević a Saddam Hussein, a Osama bin Laden, i nemici dell'Occidente finiscono tutti per morire. Proprio adesso che con la Corte Penale Internazionale sarebbe possibile processarli. Solo casualità?

Era facile prevedere che anche Muammar Gheddafi avrebbe perso la vita per volontà degli Stati Uniti, ancora una volta vincitori di una guerra di aggressione.

In Europa sono 500mila le donne che vendono il proprio corpo per guadagnarsi da vivere

GambeIn Europa ci sono più di un milione di donne che vendono il proprio corpo per guadagnarsi da vivere, e circa la metà di queste è da considerarsi una vera e propria schiava. Secondo APRAMP, associazione spagnola di prevenzione, reinserimento e tutela delle donne prostitute sono circa 500 mila le donne che sono costrette a fare le meretrici per sopravvivere. Dati contenuti nell’indagine pubblicata dall’associazione, frutto di una lavoro in cooperazione con organismi internazionali quali Onu Organizzazione Internazionale per le Migrazioni.

DONNE SFRUTTATE – APRAMP ha compilato il suo rapporto sulla tratta delle donne prostitute in Europa e nel mondo con la collaborazione del governo spagnolo. Circa mezzo milione di donne ha attraversato le frontiere negli ultimi anni per vendere in modo coercitivo il proprio corpo, e di queste metà sono minorenni.

15 milioni di contadini sono succubi degli Ogm e 250mila si sono suicidati

OgmUn nuovo rapporto, intitolato “L’imperatore Ogm è nudo”, redatto da ben 20 organizzazioni internazionali e pubblicato da Navdanya International, fotografa con estrema chiarezza le conseguenze degli organismi geneticamente modificati. Tutte negative

Quindici milioni di contadini sono ostaggio degli Ogm, e 250.000 agricoltori – ridotti sul lastrico – si sono tolti la vita negli ultimi anni. È l’agghiacciante denuncia lanciata dalla studiosa ed attivista indiana Vandana Shiva: il 70% del commercio globale di sementi è ormai controllato da appena tre grandi multinazionali, e gli organismi geneticamente modificati, che dovevano aumentare le produzioni e ridurre i pesticidi, stanno condizionando il sistema agricolo mondiale.

Genocidio nella nuova Libia: cancellata Tawergha, la città dei neri libici

Clicca per ingrandireRiceviamo e volentieri pubblichiamo

Denunce inascoltate fin da giugno. Gli ex “ribelli” di Misurata hanno espulso, derubato (con molte uccisioni) gli abitanti di un’intera città nera vicino Misurata. E a metà settembre Jibril aveva dato via libera

Insieme a Sirte assediata e distrutta, Tawergha, la città dei neri libici, diventa il simbolo della Libia “liberata” grazie alla Nato. Situata a qualche decina di chilometri da Misurata, Tawergha contava circa 30mila abitanti, in gran parte libici di pelle nera: nacque nel XIX secolo come città di transito nel traffico degli schiavi. E “schiavi” (abeed) è l’insulto che più ricorre sui muri della città dopo la conquista in agosto da parte delle truppe dei “ribelli della Nato” provenienti da Misurata. Il suo nome è stato cancellato sul cartello stradale e sostituito da “Nuova Misurata”.

 

È vietato l'impiego a scopo medico delle informazioni di carattere terapeutico e/o nutrizionale pubblicate senza il preventivo consiglio e/o supporto di un medico (anche naturopata e/o nutrizionista) legalmente autorizzato. Se previsto nella nazione in cui risiedi, esso costituisce reato, del quale l'utente − avendo agito in contrasto con le condizioni di utilizzo del quotidiano ECplanet − risponde a titolo esclusivo.

Per evitare inutili perdite di tempo, tutte le richieste di informazioni devono essere spedite non alla redazione di ECplanet bensì alle rispettive fonti citata in fondo ad ogni articolo.

| Torna su | Home | Archivio | Economia | In primo piano | Meteo | Contattaci | Posta |