Ti trovi quiGuerra alla libertà / Leggi censoree

Leggi censoree


Sesto Potere: tutti sorvegliati e felici

videosorveglianza - Obama feliceLe preoccupazioni per l’uso intensivo dei media digitali come strumenti di sorveglianza pervasiva sono aumentate esponenzialmente dopo le rivelazioni della “gola profonda” Edward Snowden sulle pratiche di spionaggio messe in atto dai suoi ex datori di lavoro, la maggiore agenzia di sicurezza Usa, la Nsa, ai danni dei cittadini americani e di tutti gli altri paesi, nonché di capi di Stato (anche alleati) e imprese pubbliche e private.

A mano a mano che Snowden rendeva noti nuovi documenti che denunciavano tali pratiche – intercettazioni di conversazioni telefoniche, email e quant’altro – i media sfoderavano gli immancabili riferimenti al romanzo “1984” di Orwell, o al Panopticon di Bentham, utilizzato da Michel Foucault come emblema di una modernità assurta a regno della sorveglianza e del controllo. Ora un libro a quattro mani di David Lyon e Zygmunt Bauman (si tratta di una conversazione a distanza, realizzata attraverso lo scambio di email) dal titolo “Sesto Potere. La sorveglianza nella modernità liquida” (ed. Laterza) suggerisce una prospettiva diversa.

Una dittatura a piccoli passi chiamata Euro

MESA causa del divorzio tra Banca d'Italia e Ministero del Tesoro in 3 decenni noi, perseguitati dal fisco, abbiamo pagato 3.100 MILIARDI DI INTERESSI. Per il nostro bene.

Così come per Saccomanni e Draghi quel buco da 8 miliardi è stato fatto nell'interesse degli italiani.

Barbara

Euro: cronologia di una dittatura

DIVORZIO TRA BANCA D’ITALIA E MINISTERO DEL TESORO
(luglio 1981)

L’autonomia della sovranità monetaria affidata alla privata Banca Centrale d’Italia è stata introdotta a partire dal luglio 1981, col divorzio tra Banca d’Italia e Ministero del Tesoro deciso dal Ministro del Tesoro BENIAMINO ANDREATTA(partecipò nel giugno 1992 a Civitavecchia al complotto ordito contro lo Stato italiano, organizzato nel Britannia, il panfilo della regina inglese), con una semplice lettera all’allora Governatore di Bankitalia CARLO AZEGLIO CIAMPI (ricompensato con la carica di Presidente della Repubblica proprio per questi suoi servigi), in cui sollevava la Banca Centrale dall’obbligo di acquistare quei titoli di Stato che il Tesoro non riusciva a collocare altrove sul mercato.

Chi coltiverà in Europa un orto potrà andare in galera

OrtoUna nuova norma dell’UE mette seriamente a rischio i piccoli agricoltori, che si trovano già in enorme difficoltà a causa della crisi che ha colpito l’intero continente per via degli alti costi di produzione e dalla forte concorrenza.

La nuova normativa di fatto creerebbe una sorta di diritto delle multinazionali sui semi; alcuni semi potranno essere usati, altri messi al bando.

Chi utilizzerà quelli vietati, sarà considerato un vero e proprio criminale, e dunque passibile di denuncia.

Ovviamente, le associazioni degli imprenditori agricoli si stanno fortemente opponendo a questa norma, in particolare perché essa andrebbe a colpire anche chi possiede anche solo un piccolo orto in città.

“Questa legge intende interrompere immediatamente la coltivazione professionale di varietà di vegetali ad uso di piccoli coltivatori, di coltivatori biologici e di agricoltori che operano su piccola scala”.

Il codice a barre umano è una realtà

Clicca per ingrandireVORRESTI UN CODICE A BARRE PER IL TUO BAMBINO?

L’impianto di microchip sta diventando una pratica ordinaria per i nostri animali domestici, ma piacciono meno quando si propone di applicarli alle persone. In un’intervista in un programma radiofonico della BBC la scrittrice di fantascienza Elizabeth Moon ha riacceso il dibattito affermando che mettere il “codice a barre” ai neonati al momento della nascita è una buona idea: “Ciascuno dovrebbe avere un sistema di identificazione permanentemente collegato – un codice a barre se si vuole – un chip impiantato che assicuri un modo semplice, rapido ed economico per identificare gli individui“, ha detto a Forum, uno show settimanale…

Moon ritiene che gli strumenti più comunemente utilizzati per la sorveglianza e l’identificazione – come videocamere e test DNA – sono lenti, costosi e spesso inefficaci.A suo parere, dei codici a barre per umani permetterebbe di risparmiare un sacco di tempo e denaro. La proposta non è troppo inverosimile – è già tecnicamente possibile mettere un codice a barre ad un uomo – ma non si viola il nostro diritto alla privacy? Gli oppositori sostengono che rinunciare a coltivare l’anonimato ci porterebbe ad una società “orwelliana” in cui tutti i cittadini possono essere rintracciati.

In Italia previsti divieto di esportazione di capitali e prelievo coatto

TassazioneLasciate perdere le fantasiose proiezioni politiche sul futuro del nostro paese, ormai non ha neanche tanto senso continuare ad aspettare il nuovo governo.

La pagheranno circa cinque milioni di italiani, questa fase di instabilità e di mancanza di convergenza politica nell'interesse del paese, con il Partito Democratico come principale responsabile.

Sono cinque milioni infatti i contribuenti italiani (intesi come persone fisiche) che secondo le rilevazioni di Bankitalia detengono depositi e giacenze bancarie a prima vista superiori a euro 100.000. Lo hanno fatto capire con grande disinvoltura persino le autorità sovranazionali europee, l'Italia non è più di tanto a rischio per adesso, nonostante i suicidi quotidiani e le chiusure sistematiche di piccole e medie imprese day by day.

La prima manovra tampone, con grande presunzione, istituita dal prossimo governo sarà l'istituzione di una sorta di imposta di solidarietà su chi possiede disponibilità liquide superiori a centomila euro appunto.

I globalizzatori vogliono eliminare il contante

EuroC’è qualcosa nell’aria che mi inquieta, nel senso che fa nascere in me il sospetto che stia per avverarsi qualcosa di eclatante, di assolutamente inaspettato. Sono troppi gli indizi che, letti con attenzione e con mente aperta, mi portano alla conclusione che ci sia un’attività sotterranea volta a sostenere un progetto di cui ancora mi sfuggono i particolari.

Mi riferisco alla moltitudine di piccoli atti posti in essere allo scopo di impedire a chiunque sia di detenere liquidità, sia di poter nascondere tale liquidità. Dalla tracciabilità del denaro, all’abolizione assoluta del segreto bancario, dallo smantellamento dei paradisi fiscali, all’obbligo di tutte le banche mondiali di rendere trasparenti i propri archivi.

Mi pare che si stia facendo di tutto, attraverso una serie di piccoli passi di cui i popoli non percepiscono la gravità, per raggiungere due obiettivi concreti: conoscere la disponibilità finanziaria di chiunque e fare in modo che tale disponibilità non possa uscire dal sistema bancario.

Io non credo che i motivi con i quali vengono giustificati questi provvedimenti abbiano davvero a che fare con la lotta all’evasione fiscale o alla criminalità. Si tratta, a mio parere, di pretesti volti a truffare una popolazione composta prevalentemente da rincoglioniti.

Dittatura europea: TWO PACK introduce nuove misure sul controllo e sulla sorveglianza dei bilanci nazionali

Unione EuropeaLa notizia è di qualche settimana fa, dei giorni precedenti le elezioni del 23 e 24 febbraio, ma non avendo goduto del giusto risalto nella stampa nazionale, ritengo sia utile riproporla e approfondire il tema, anche in considerazioni delle implicazioni che determinerà sul piano del controllo sui bilanci nazionali da parte degli organismi europei, e quindi sull’ulteriore cessione di sovranità nazionale.

Non deve stupire affatto se, in Italia, la notizia relativa l’approvazione del TWO PACK non abbia trovato il giusto risalto, e ciò per un motivo tanto ovvio quanto inquietante. In effetti, da lì a poco, si sarebbero celebrate le elezioni politiche nazionali e, stando al serpeggiare di sentimenti contrari alle politiche europee, annunciare nel clou della campagna elettorale l’approvazione del TWO PACK, sarebbe stato elemento di maggiore destabilizzazione del consenso elettorale, proprio in quei partiti a connotazione fortemente europeista.

Ma questo è il livello dell’informazione italiana con il quale ci dobbiamo confrontare, e non possiamo che prenderne atto e trarre le dovute considerazioni.

L’FBI intercetterà tutte le comunicazioni fatte tramite Skype

FBIE’ già da qualche anno che la FBI ha iniziato silenziosamente a promuovere una nuova legislazione che obblighi i fornitori di servizi VoIP (telefonia in rete) ad aggiungere una backdoor al loro software, per facilitare le intercettazioni da parte delle forze dell’ordine.

In altre parole, da quando la telefonia mondiale ha iniziato a sfruttare la rete, fornendo agli utenti la possibilità di comunicare a basso costo, la capacità dell’FBI di intercettare le comunicazioni si è fortemente ridotta. La legge che permette loro di intercettare comunicazioni – previa autorizzazione del giudice – riguarda infatti soltanto le normali linee telefoniche.

Se la proposta di legge dell’FBI dovesse passare ne risentirebbero soprattutto i VoIP service providers come Zfone, che hanno lanciato il loro servizio di telefonia in rete proprio sulla base di una totale garanzia di privacy, ottenuta grazie ad un sistema di encriptazione delle conversazioni.

Libertà di Stampa 2013: la Svizzera è in posizione 14 mentre l'Italia è in posizione 57

Clicca per ingrandireClassifica della Libertà di Stampa 2013: speranze deluse dopo la primavera

Reporter senza frontiere lancia l’indicatore per la libertà dei media

Dopo le cosiddette Primavere arabe e gli altri movimenti di protesta che hanno causato molti “saliscendi” nella classifica dello scorso anno, la Classifica della Libertà di Stampa 2013 di Reporter senza frontiere segna un “ritorno alla normalità”.

La posizione in classifica di molti Paesi non è più attribuibile ai considerevoli sviluppi politici. La classifica di quest’anno rappresenta una più attenta riflessione degli atteggiamenti e delle intenzioni dei governi nei confronti della libertà degli organi di informazione a medio e lungo termine.

Gli stessi tre Paesi europei che guidavano la classifica lo scorso anno detengono le prime tre posizioni anche quest’anno. Per il terzo anno consecutivo, la Finlandia si è distinta come il Paese che più rispetta la libertà di informazione. È seguita da Olanda e Norvegia.

Nonostante siano stati considerati molti criteri, che vanno dalle legislazioni in materia degli Stati alla violenza contro i giornalisti, i Paesi democratici occupano la testa della classifica, mentre quelli dittatoriali occupano le ultime tre posizioni.

In Italia i conti correnti bancari sono controllati da Serpico

RedditometroBasta un movimento incongruo per far scattare il sequestro e l'eventuale denuncia penale

Redditometro senza orizzonte: laddove non è (ancora) arrivato il fisco, arrivano i giudici. Secondo i quali basta un piccolo dubbio rintracciato sui conti correnti bancari per rischiare una confisca o addirittura una denuncia penale.

Mentre i contribuenti italiani cercano di capire come difendersi da Serpico e dai nuovi super accertamenti tributari messi a punto dal Governo di Mario Monti, la Corte di cassazione mette in mano agli 007 dell’agenzia delle Entrate un altro, potentissimo strumento.

Basterebbe un banale movimento sospetto sul conto corrente - questo il senso della pronuncia dei giudici di piazza Cavour - per giustificare non solo l’accertamento fiscale (che da aprile sarà la «regola» del redditometro), ma anche per aprire le porte al sequestro e quindi alla confisca per evasione tributaria. Di qui l’eventuale denuncia penale.

Nel Texas obbligo del Chip RFID per gli studenti

Chip RFID Il chip dotato del dispositivo di comunicazione radio RFID, inserito sottopelle a tutti gli abitanti di Gaia, è un losco progetto della cricca di transumanisti e satanisti che in questo momento la sta facendo da padrone nel pianeta.

Ovviamente la scusa con cui si tenta di introdurne l’uso è quello della sicurezza. Stranamente però, come è accaduto per le videocamere sparse ogni dove, proprio quando servono, tali dispositivi risultano danneggiati o mal funzionanti mentre funzionano benissimo quando non sono utili per la sicurezza personale o collettiva ma per imporre un assurdo regime di controllo intimo e continuativo della popolazione.

L’articolo che segue è solo l’inizio di una battaglia che coinvolgerà le poche persone che hanno a cuore la libertà con chi si è già piegato a perderla definitivamente o che addirittura collabora con chi la vorrebbe abolire del tutto, per trasformarci in idioti radiocontrollati, proprio come i teletubbies della foto! L'articolo:

Gli Stati Uniti testano grandi manovre per applicare uno Stato di Polizia

Barack ObamaQuesto è il bello che può permettersi uno Stato di Polizia, possono applicare qualunque legge che vada contro ogni diritto dei cittadini usando la solita litania del salvaguardare la loro vita e la salute.

Certo che questi temporali sono come la manna caduta dal cielo per poter applicare certe leggi che in un periodo di calma non sarebbe possibile applicare, vi ricordate con l'uragano Katrina?

Quella volta fu la più grande manovra che il governo USA fece per disarmare tutti coloro che avevano un'arma in casa, furono impiegati soldati regolari ed eserciti privati per raggruppare i cittadini come mandrie di pecore e buoi e cacciarli fuori dalle loro case.

Dal 31 Ottobre 2012 tutti gli estratti conto degli italiani verranno notificati al fisco

Estratto contoMonti sta facendo di tutto per controllare gli Italiani, nessuno fa niente per controllare i Politici, dopo la cazzata di avere tutti il conto corrente (compresi gli anziani che prendono 500 euro) ad Ottobre 2012 potranno controllare anche il tuo estratto conto. Questo servirà per avere un controllo totale su abitudini, spostamenti, vizzi, ecc. Questo permetterà un’analisi di controllo più accurata del popolo. Ormai vogliono snervare talmente il popolo da lasciarlo senza forze. Grandi problemi come salute, lavoro, giustizia non vengono affrontati da nessuno, controllare gli estratti conti si. Non capisco perché nessun giornalista non faccia le giuste domande a questa gente. MA SE UNO RUBA ED È CONSAPEVOLE CHE ANDATE A CONTROLLARE L’ESTRATTO CONTO SECONDO VOI LO USERÀ COME PRIMA ?
E poi … un pensionato che prende 500 Euro al mese QUALE RAZZA DI RECICLAGGIO PUÒ FARE ?
Speriamo che quella fascia di Italiani intelligenti prendano atto che non è più possibile stare a guardare tutto.
Gaetano Vilnò

Il Vaticano attua un sistema di controllo degno di Orwell

VaticanoDi recente, nella palazzina della Gendarmeria hanno costruito quattro nuove celle, come se, dopo il “corvo” Paolo Gabriele, in gabbia debbano finirci altri suoi complici. Vale la pena rivelare, in una indagine che per vari motivi è destinata al binario morto, l’uso della tecnologia più avanzata per seguire in tempo reale tutti gli spostamenti del maggiordomo del papa, e non solo i suoi, dentro e fuori il Vaticano. Dove, dal 2007 è in vigore un sistema di controllo molto capillare su chi ci vive, su chi ci lavora e su chiunque ci entri per qualunque altro motivo.

Un sistema di controllo degno di Orwell. La faccenda è molto poco nota, ma merita un approfondimento. Ai tempi di papa Wojtyla il cardinale Edmund Kasimir Szoka, allora presidente del Governatorato, introdusse nuove norme per la circolazione all’interno del Vaticano.

La NATO divulga il Rapporto sulle Operazioni urbane per l'anno 2020

Rapporto Nato Operazioni Urbane 2020Quello che segue è il "Rapporto Nato Operazioni Urbane 2020". Si tratta di un documento che immagina la situazione politico-economica mondiale,ipotizzando alcune cose davvero interessanti: esercito nelle strade,stati militarizzati,sommosse placate dall'esercito,guerra combattuta nelle città,uso di armi non convenzionali..Ora se un documento del genere l'avesse partorito un qualunque sito internet complottista,il lettore sarebbe autorizzato a farsi anche due risate,ma giacchè invece è frutto dell'Onu,braccio armato dell'elitè e del Nuovo Ordine,inviteri il caro lettore di Free Italy a leggere il resoconto scritto dal sito Ecolsity e a visionare i documenti originali linkati più in basso.

E ricordate: questo che viviamo non è un complotto, ma un piano studiato a tavolino.

 

È vietato l'impiego a scopo medico delle informazioni di carattere terapeutico e/o nutrizionale pubblicate senza il preventivo consiglio e/o supporto di un medico (anche naturopata e/o nutrizionista) legalmente autorizzato. Se previsto nella nazione in cui risiedi, esso costituisce reato, del quale l'utente − avendo agito in contrasto con le condizioni di utilizzo del quotidiano ECplanet − risponde a titolo esclusivo.

Per evitare inutili perdite di tempo, tutte le richieste di informazioni devono essere spedite non alla redazione di ECplanet bensì alle rispettive fonti citata in fondo ad ogni articolo.

| Torna su | Home | Archivio | Economia | In primo piano | Meteo | Contattaci | Posta |