Ti trovi quiSocietà / Verità censurate

Verità censurate


Riflessioni di Ron Paul sulla vergognosa propaganda anti-russa di Usa ed Europa

Vladimir Putin perseguitato“È molto difficile ottenere informazioni precise e così tutti si impegnano nella propaganda”

Dal tragico schianto di un aereo della Malaysia Airline nell'Ucraina orientale, i politici ed i media occidentali hanno cercato di trarre dal disastro il massimo vantaggio propagandistico, scrive Ron Paul.

È stata la Russia; è stato Putin, hanno detto. Il presidente Obama ha tenuto una conferenza stampa per dichiarare - ancora prima di un'indagine - che la responsabilità era dei ribelli filo-russi. Il suo ambasciatore alle Nazioni Unite, Samantha Power, ha fatto lo stesso al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite - appena un giorno dopo l'incidente! Mentre i media occidentali si affrettano a ripetere la propaganda governativa, ci sono alcune cose che non sono state riportate, precisa Paul.

Non riportano che la crisi in Ucraina è iniziata alla fine dello scorso anno, quando i manifestanti sostenuti da UE e USA hanno rovesciato il presidente eletto ucraino, Viktor Yanukovich. Senza questo "cambio di regime", centinaia di persone non sarebbero state uccise nei disordini che ne sono seguiti e l'incidente della Malaysian Airlines non sarebbe avvenuto.

Boeing malese: il tempo passa e porta nuove verità

Boeing malese abbattuto dagli ucrainiMentre il tempo passa, le questioni sollevate dalla caduta del volo MH17 sono pesanti.

Ora, il noto giornalista statunitense Robert Parry, l’uomo che rivelò le operazioni illegali dell’era Reagan (Iran-Contra), ha appena pubblicato sul sito della sua fondazione (1) diversi articoli importanti, accusando l’esercito ucraino (2) e un misterioso “disertore” dell’esercito (3). Possiamo quindi tentare di riformulare tali interrogativi.

Perciò, dobbiamo prima sapere di cosa si parla.

1. Cosa ha causato l’incidente?

L’ipotesi più frequentemente citata si riferisce ad un missile SA-11/17 chiamato “Buk” in Russia. Nella versione M1 o M2 il missile ha una guida radar semi-attiva (SARH – Semi-Active Homing Radar), con una testata di 70 kg con 40/50 kg di esplosivo. L’esplosione del missile è attivata da una spoletta di prossimità. La distruzione del bersaglio è assicurata dalla combinazione di onde d’urto (più violente se più alta è la densità dell’atmosfera) e frammentazione. Va notato che se l’arma è perfettamente efficace contro un cacciabombardiere di 25-35 tonnellate, il Boeing 777 NCM delle Malaysian Airlines pesa 300 tonnellate. Per un confronto, il bombardiere strategico B-52 pesa solo 220 tonnellate, e poté essere distrutto nelle incursioni su Hanoi con missili SA-2 dalla testata di 200kg. Inoltre, questo permette di escludere il “Buk” dalla distruzione di un Antonov che volava a 6500m a 500 km/h.

Boeing malese: gli Usa divulgano disegnini come prove per incolpare la Russia

Boeing maleseNon ci sono limiti alla spudoratezza e alla sfacciataggine di chi governa gli Stati Uniti.

Dopo tante accuse, sempre sproporzionate e il più delle volte infondate, alla Russia i signori del Dipartimento di Stato Usa sono riusciti finalmente, dopo parecchi giorni, a creare con dei appositi software 4 pagine raffiguranti le prove secondo le quali sarebbero stati i Russi ad abbattere il boeing malese.

Il governo americano ci ha messo molto tempo, come mai?

La Russia, dopo pochi giorni dall'incidente, ha indetto una conferenza stampa internazionale per spiegare con dettagliate foto satellitari che le tesi degli Usa e degli ucraini (sovvenzionati e diretti dalla Cia e dall'FBI) non erano molto logiche. Gli americani, con somma arroganza, non hanno mai accettato queste tesi sostenendo che erano tutte menzogne e convincendo i loro amici europei a punire la Russia mediante sanzioni sproporzionate.

È bene ricordare a questo punto che gli Usa e i loro alleati hanno permesso e stanno permettendo ad Israele di effettuare un vero massacro, tutt'ora in corso, che ha causato oltre mille morti e più di 8000 feriti. Per gli Usa coloro che hanno deciso il massacro, soprattutto di bambini, sono persone degne di rispetto, ma non la Russia. Tutti hanno pensato solo alla Russia insomma, la vera cattiva da castigare.

Pilota ucraino ammette: sono stato io ad abbattere il boeing 777 della Malaysia Airlines

boeing 777 della Malaysia Airlines abbattuto dagli ucrainiUn pilota ucraino dell'aereo d'assalto Su-25 in un'intervista all'edizione tedesca Wahrheit fuer Deutschland si è assunto la responsabilità per la distruzione dell'aereo passeggeri della Malaysia Airlines il 17 luglio in Ucraina orientale.

Il pilota ha raccontato che sparava al Boeing 777 con il cannone a due canne da 30 millimetri dell'aereo Su-25 e è proprio il suo aereo d'assalto che è stato registrato sulle immagini satellitari fornite dal Ministero della Difesa della Russia. Nome e cognome del loquace pilota l'edizione non li rende noti.

Un Su-25 è stato registrato vicino all'aereo di linea malese dai mezzi di controllo obiettivo russi.

Il nome della fonte non è stato divulgato. Un Soukhoï Su-25 è stato effettivamente osservato vicino all'aereo malese dai mezzi di controllo russi, come detto.

Ma perché lo avrebbe fatto?

Boeing malese: gli Usa sono stati i registi mentre gli ucraini sono stati gli esecutori

Boeing maleseLa versione completa di ciò che è successo inizia ad emergente pezzo per pezzo. In primo luogo, come ho sottolineato in precedenza, in uno dei rapporti quotidiani, Strelkov e i suoi sottoposti indicano, anche se di sfuggita, che l’aereo di linea malese Boeing 777 è stato abbattuto da caccia ucraini.

Poi il briefing del ministero russo della Difesa ha mostrato un Su-25 ucraino a 3-5 km dal Boeing nel momento stesso in cui veniva colpito.

Nei successivi quattro minuti, il caccia ucraino rimase in zona.

Al momento, quando il Boeing fu colpito, era entro la gittata di diverse batterie di Buk ucraini schierati presso Donetsk, solo per quel giorno, a 8 km a sud di Shakhtjorskoe, a qualche chilometro dal luogo dello schianto.

Il 23 luglio, Anna-News ha pubblicato un’intervista all’ex-colonnello dell’aeronautica russa Aleksandr Zhilin, commentatore militare sul conflitto in Ucraina. L’informazione più importante appare nei minuti 2:00-05:00 dell’intervista.

La Nato dietro la tragedia del Boeing 777 della Malaysia Airlines?

NATO - Boeing 777 Malaysia AirlinesAl momento dell’abbattimento del volo Mh17 malese in Ucraina nel Mar Nero erano in corso esercitazioni segrete dell’Alleanza

Un caccia ucraino che volava accanto al Boeing 777 della Malaysia Airlines abbattuto. Un esercitazione navale segreta nel Mar Nero. Interferenze alle comunicazioni radar nel Donetsk, la regione contesa dai filorussi all'Ucraina. La tragedia del volo MH 17, precipitato con 298 persone a bordo, è ormai un intrigo internazionale.

Soltanto dopo cinque giorni dall'abbattimento del jet ad opera di un missile, il team di investigatori malese composto dal direttore dell'ente dell'aviazione civile di Kuala Lumpur Naemy Fahimy Mustapa Mohd, dal capitano Philip Joseph Selvaraju e dall'ingegnere Azahari Dahlan è riuscito a raggiungere Hrabove e a effettuare i primi rilievi nell'area del disastro aereo inevitabilmente contaminata.

Con molte prove probabilmente distrutte dalle incursioni degli sciacalli che hanno rubato carte di credito, portafogli, effetti personali delle vittime.

Boeing malese: nessuna reazione UE e USA ai dati forniti dalla Russia

Traiettoria boeing maleseIl 22 luglio la Russia ha ufficialmente consegnato tutti i dati di monitoraggio obiettivi riguardanti l’incidente che ha coinvolto il Boeing malese in Ucraina. Il passaggio è avvenuto all'indomani del briefing tenuto a Mosca in cui il Ministero della Difesa russo ha rivelato i dati delle strutture di monitoraggio russe che hanno coperto la regione di Donetsk prima dello schianto del Boeing.

Queste informazioni dell'esercito russo fanno pongono molte domande a Kiev. In particolare, cosa ha causato l’aumento di attività del radar ucraino prima e il giorno della tragedia e l'ordine di “cessare” dopo lo schianto? Che cosa hanno fatto nei pressi del territorio controllato dalle milizie le batterie ucraine di missili anti-aerei “Buk”, prima dello schianto e perché subito dopo sono state ritirate? Perché il SU-25 delle forze aeree ucraine era vicino al Boeing a una distanza tra i 3 e i 5 km poco prima del disastro e perché questo fatto è negato da Kiev? 

Kiev non ha risposto alle domande di Mosca.

Boeing malese: la Cina si schiera con Mosca

Russia e Cina"La fretta nel giudicare la Russia non è basata sull'evidenza o sulla logica"

“L'Occidente si è messo nella posizione di dettare la 'correttezza politica' nel dibattito internazionale”. “Coloro che non sono disposti a lavorare per gli interessi occidentali sono destinati a trovarsi in una posizione difficile”. “La fretta nel giudicare la Russia non è basata sull'evidenza o sulla logica”, si legge in un editoriale del Global Times, quotidiano legato al partito Comunista Cinese, sul disastro dell’aero malese abbattuto.

La prima dichiarazione pubblica della Cina, si legge sul blog ZeroHedge, arriva sulla scia del discorso di Vladimir Putin, che ha sostenuto che “nessuno dovrebbe avere il diritto di utilizzare questa tragedia per raggiungere egoistici obiettivi politici”. La Cina sembra aver preso posizione, schierandosi in modo molto chiaro con la Russia.

Come riporta il Times, il 18 luglio, poco dopo il presunto abbattimento dell’aereo della Malaysia Airlines, l’agenzia di stampa statale cinese Xinhua ha messo in guardia dal fornire giudizi affrettati...

Boeing malese: un ingegnere missilistico puntualizza. Pandora TV: la versione dei filorussi

Clicca per ingrandireUn ingegnere missilistico specialista nei sistemi di difesa antiaerea spiega perché ad abbattere l'aereo malese non può essere stato il sistema BUK, ma ben altro.

In Russia, a Smolensk', si trova l'Accademia della Difesa antiaerea. Quel che vi insegnano oggi non lo so. Ma, ai tempi dell'Unione Sovietica, quella scuola era chiamata Istituto Superiore di Ingegneria dei Razzi di Smolensk'. Lì ho avuto l'onore di studiare dal 1982 al 1986.

Proprio lì ho studiato in qualità di ingegnere missilistico specialista nei sistemi di difesa antiaerea, nei quali erano ricompresi i sistemi “Osa”, “Tunguska”, “Kub” e altri.

Ed ecco quel che vorrebbero farmi credere, ma che io non potrò mai credere: che dopo la disintegrazione della testata “Bukovskaja” di un missile del peso di 70 kg, un qualsiasi aeromobile possa proseguire nel suo volo, prodursi in manovre di riduzione dell'altitudine, per poi frantumarsi in pezzi che cadono nel raggio di alcuni chilometri l'uno dall'altro. Tutto ciò non è fisicamente possibile.

Boeing malese: i satelliti russi intercettano un caccia ucraino

Clicca per ingrandireUn jet Ucraino Su-25 è stato rilevato in stretto approccio all'aereo MH17 prima dello schianto

L'esercito russo ha rilevato un jet da combattimento SU-25 ucraino guadagnare altezza verso l'MH17 Boeing il giorno della catastrofe. Kiev deve spiegare perché il jet militare stava seguendo l'aereo passeggeri, il Ministero della Difesa russo ha detto.

“Un jet militare delle forze Ucraine è stato rilevato guadagnare altezza, mentre la distanza dall'aereo malese diminuiva fino a 3-5 chilometri”, ha detto il capo della Direzione Operazioni fondamentali del quartier generale delle forze militari russe, il tenente generale Andrey Kartopolov parlando in una conferenza stampa a Mosca, Lunedì.

“[A noi] piacerebbe ottenere una spiegazione del perché il jet militare stava volando lungo un corridoio dell'aviazione civile, quasi allo stesso tempo e allo stesso livello di un aereo passeggeri”, ha dichiarato.

“Il jet da combattimento SU-25 può acquisire una quota di 10 km, secondo la sua specifica”, ha aggiunto. “È dotato di un missile R-60 aria-aria in grado di colpire un bersaglio a una distanza fino a 12 km e fino a 5 km di sicuro”.

Un controllore di volo: l'aereo della Malaysian Airlines è stato abbattuto dagli ucraini

Aereo Malaysia false flagETN (Global Travel Industry News) ha ricevuto delle informazioni da un controllore di traffico aereo a Kiev, sul volo MH17 della Malaysia Airlines.

Questo controllore aereo è di cittadinanza spagnola e lavorava in Ucraina. È stato messo fuori servizio come controllore di traffico aereo civile insieme ad altri stranieri, subito dopo che il velivolo passeggeri della Malaysia Airlines è stato abbattuto sull'Ucraina Orientale, uccidendo 295 passeggeri e l'equipaggio di bordo.

Il controllore del traffico aereo ha avanzato la ipotesi, in una valutazione privata e basandosi su fonti militari in Kiev, che l'esercito ucraino sia stato dietro questo abbattimento. I dati radar sono stati immediatamente confiscati dopo che è stato chiaro che un jet passeggeri era stato abbattuto.

I controllori di traffico aereo militare nella comunicazione interna hanno riconosciuto che l'esercito era coinvolto e delle fonti militari hanno detto di non sapere da dove originasse l'ordine di abbattere l'aereo.

Sono stati i militari ucraini a colpire il Boeing-777 malese. Forse il vero obiettivo era Putin

Malaysian Airlines MH17 abbattutoI militari ucraini abbattono il Boeing-777 malese scambiandolo per un bombardiere russo

Vsevolod Lvov PravdeVGlaza 17 luglio 2014

Secondo una fonte dell’esercito, i militari ucraini della difesa aerea hanno abbattuto il Boing-777 di una compagnia aerea malese.

Le vittime dell’incidente sono circa 300 tra passeggeri ed equipaggio. Come riportato dalle milizie, i militari ucraini presi dal panico hanno mobilitato militari e coscritti fiduciosi che il successo della milizia sia legato unicamente al fatto che la Russia li rifornisca di aiuti militari, cosa generalmente falsa.

Come il miliziano “Tanchik” ha detto a PravdeVglaza.ru, la difesa aerea ucraina ha aperto il fuoco su un bersaglio non identificato, che non era stato rilevato dalle milizie, generando confusione tra i soldati dell’esercito della RPD (Novorossija). “Inizialmente, i ragazzi pensavano che si trattasse di un razzo lanciato da un MLRS Grad, ma l’angolo di lancio e la parabola indicavano che fosse chiaramente un missile antiaereo“, ha detto il miliziano.

Il governo italiano approva il mortale M.U.O.S.

Angelino Alfano il M.U.O.SNel più assoluto criminale silenzio dei media di regime il Governo Renzi, il 19 giugno scorso, ha dato il sì definitivo al M.U.O.S. (Mobile User Objective System), avanzato sistema di comunicazioni satellitari ad altissima frequenza (banda Ka), in fase avanzata di realizzazione a Niscemi e facente parte di un sistema d'arma nel quale le sue tre gigantesche antenne si interfacciano con quattro satelliti in orbita e con altre tre postazioni di terra. Il programma, gestito dal Ministero della Difesa statunitense, integrerà forze navali, aeree e terrestri.

Il M.U.O.S. sfrutta la tecnologia R.F.M.P. e prevede la diffusione, su vari strati di atmosfera, di metalli pesanti quali bario, stronzio ed alluminio. Ciò al fine di creare strati di ionosfera artificiali utili ad interfacciare le postazioni di terra con i satelliti in orbita geostazionaria, evitando disturbi di sorta ed ottenendo così segnali puliti.

Il M.U.O.S., come per stessa ammissione del Governo, è un sistema strategico. Sulla carta fungerebbe da innocuo apparato difensivo, ma nei fatti è un riscaldatore ionosferico di terza generazione, indispensabile, tra l'altro, per il controllo e la modifica del clima a livello globale, attraverso la manipolazione delle correnti a getto.

La Russia lancia un brutto avvertimento alla Crimea

Se l'Ucraina tenta di riprendersi la penisola il ministro degli esteri Sergey Lavrov non esclude l'utilizzo di armi di distruzione di massa.

Nei giorni scorsi un ufficiale russo avrebbe dichiarato una possibile minaccia nucleare contro l'Ucraina, sempre riguardante il conflitto in Crimea. Nelle ultime settimane poi, secondo quanto riporta The Diplomat, numerosi alti funzionari ucraini hanno dichiarato che la Crimea sarebbe tornata nella mani dell'Ucraina, nonostante la decisione della Russia, ad inizio anno, di annetterla al proprio territorio.

Dopo la sua nomina a nuovo ministro ucraino della Difesa, il colonnello generale Valeriy Heletey ha promesso al parlamento di Kiev che avrebbe lavorato a fondo su questo tema: “Credetemi, ci sarà una parata per la vittoria, ci sarà di sicuro, a Sebastopoli (capitale della Crimea) in Ucraina”. Alla stessa udienza, Heletey ha anche promesso che “lavorerà giorno e notte per ripristinare la capacità militare delle forze armate”.

Impegni simili sono state fatti anche dal presidente ucraino Petro Poroshenko, che ha promesso di sorvegliare la “rinascita dell'esercito”, come così come il ministro degli Esteri dell'Ucraina Pavlo Klimkin.

 

È vietato l'impiego a scopo medico delle informazioni di carattere terapeutico e/o nutrizionale pubblicate senza il preventivo consiglio e/o supporto di un medico (anche naturopata e/o nutrizionista) legalmente autorizzato. Se previsto nella nazione in cui risiedi, esso costituisce reato, del quale l'utente − avendo agito in contrasto con le condizioni di utilizzo del quotidiano ECplanet − risponde a titolo esclusivo.

Per evitare inutili perdite di tempo, tutte le richieste di informazioni devono essere spedite non alla redazione di ECplanet bensì alle rispettive fonti citata in fondo ad ogni articolo.

| Torna su | Home | Archivio | Economia | In primo piano | Meteo | Contattaci | Posta |