Ti trovi quiSocietà / Verità censurate

Verità censurate


Le scie chimiche hanno un preciso scopo

Scie chimicheIl campo della mente umana è stato socialmente ristretto da chi detiene il potere, così come è stata azzerata la nostra libertà.

Una spedizione scientifica in Antartide (due istituti francesi: il Laboratorio di Geochimica Isotopica e il Laboratorio di Glaciologia, unitamente all’Istituto di Ricerche Climatiche di Leningrado) ha scoperto il clima degli ultimi 160 secoli, non oggi, bensì 27 anni fa. Ma questa scoperta è rimasta in ombra perché ridicolizza la teoria imposta dal sistema di potere del riscaldamento causato dal sedicente buco dell’ozono.

In realtà, Gaia va incontro ad una prossima glaciazione. Infatti, nel 1987 un gruppo di scienziati russi e francesi ha ricostruito il clima degli ultimi 160 mila anni e le variazioni registrate fra l’ultima e la penultima glaciazione, che sarebbero state provocate dal mutamento di inclinazione dell’asse di rotazione terrestre.

I dati provengono dall’analisi di campioni estratti con una perforazione profonda due chilometri nei ghiacci antartici presso la stazione di Vostok. Il lavoro pubblicato su Nature, conferma l’ipotesi secondo cui i periodi glaciali sarebbero dovuti ad una variazione dell’asse di inclinazione terrestre.

Boeing malese: insabbiamento programmato di Ucraina, Olanda, Australia e Belgio

Boeing maleseUcraina, Olanda, Australia e Belgio hanno firmato, l'8 agosto, un accordo per non rendere noti i risultati fino a ora ottenuti dall'inchiesta sull'abbattimento del Boeing della Malaysia airlines il 17 luglio scorso. A rivelarlo fonti ucraine attendibili (Agenzia Interfax-Ucraina, agenzia Unian).

L'informazione arriva dal portavoce del procuratore generale ucraino, Jurij Bojchenko, che l'ha resa nota in un briefing lo scorso 12 agosto.

La clamorosa rivelazione apre interrogativi sul corso delle indagini e sulle modalità con cui la decisione è stata presa. L'accordo quadripartito comprende inspiegabilmente il Belgio (che ha avuto solo quattro morti nell'incidente) e non comprende - ancora più inspiegabilmente - la Malaysia. E consente a uno qualunque dei quattro paesi firmatari di impedire la pubblicazione di ogni notizia in merito.

Lo rivela - ripetiamo - l'agenzia di stampa Interfax. C'era accordo tra Ucraina, Olanda, Australia e Belgio per impedire qualsiasi fuga di notizia Inclusa l'Ucraina, che detiene la responsabilità primaria del controllo del proprio spazio aereo.

La Svizzera ha imposto a McDonald la divulgazione di tutti gli additivi

McDonaldTempi duri per McDonald che deve farei conti con Putin. Adesso si ci mette anche la Svizzera. MCDONALD’S è stata costretta a svelare, la lista integrale degli ingredienti contenuti nelle sue preparazioni in Svizzera. A causa delle diverse legislazioni alimentari, i prodotti McDonald’s non sono fabbricati allo stesso modo in ogni paese.

La situazione peggiore è in Canada e negli Stati Uniti, dove la legislazione alimentare permette l’utilizzo di additivi proibiti in Europa. Quindi siamo curiosi di vedere gli ingredienti usati anche qui in Europa.

Una lista in cui figurano ingredienti chimici cancerogeni, allergici, reprotossici e neurotossici.

Malgrado norme europee più restrittive, basta guardare la lista dei prodotti tossici usati nei McDonald’s in Svizzera per rendersi conto che molto dovrebbe ancora essere migliorato.

Le tappe storiche della distruzione dell'Italia

Questo vuole essere solamente un pro-memoria sulle tappe principali che ci hanno portato al disastro attuale.

La “lunga marcia“ della finanza sta arrivando a destinazione ed al compimento dei propri scopi: la distruzione dei popoli.

1972 – Serpente Monetario Europeo (poi l’Italia uscì nel 1974 causa conflitti sociali e crisi petrolifera)

1979 – Adesione allo SME

1981 – Divorzio tra Ministero del Tesoro e Banca d’Italia – Fine della sovranità monetaria per volere dello Stato che cede la facoltà di emettere la propria moneta a favore delle banche

1986 – Atto Unico Europeo – Libera circolazione di “persone”, merci, servizi e capitali

1990 – I capitali possono espatriare liberamente – La Banca d’Italia perde la facoltà di imporre misure sui movimenti di capitali

1992 – Trattato di Maastricht

Russia e Cina dicono definitivamente addio al dollaro

Russia e Cina dicono addio al dollaroDi fronte alle sanzioni finanziarie ed economiche che l’Occidente sta varando, la Russia e la Cina snelliscono sensibilmente le modalità del loro commercio bilaterale.

La Banca Centrale della Russia e la Banca Popolare della Cina hanno convenuto sulla realizzazione di swap in proprie valute nazionali, ossia sulle transazioni che prevedono l’acquisto e la vendita contemporanei della valuta in un paese in cambio della valuta dell’altro paese. Il progetto di accordo sugli swap valutari è stato concordato, ma la Banca Centrale della Russia e la Banca Popolare della Cina non forniscono ancora commenti sull’eventuale volume del programma degli swap valutari. Per il momento non sono stati annunciati neanche i termini di lancio di questo programma. Intanto è ovvio che le parti cercheranno di non impantanarsi per troppo tempo in procedure formali. I regolatori, infatti, hanno già inviato il relativo segnale: l’accordo aprirà alle compagnie russe l’accesso agli yuan e, altresì, l’accesso ai rubli per i loro partner cinesi.

Loschi intrecci della finanza e dell'esercito controllano l'espansione di Ebola

EbolaEBOLA

Periodo di incubazione: tra i 2 e i 21 giorni

Contaminazione: attraverso i fluidi corporei

Sintomi: in una prima fase forti febbri, debolezza, dolori muscolari, mal di testa, infiammazione alla gola. In una fase più avanzata vomito, diarrea, infiammazioni cutanee, emorragie interne ed esterne. In una fase finale arresto delle funzioni renali, epatiche e conseguente morte.

Rimedi: nessun vaccino né trattamento conosciuti. (Qualcuno sostiene che possano aiutare pratiche della medicina complementare come l’uso di argento colloidale, cloruro di magnesio e la vitamina C ad alte dosi).

Ecco la carta d’identità del virus dell’Ebola, ufficialmente scoperto nel 1976 in Congo (ex Zaire), nella valle Ebola.

Si tratta del virus perfetto dal punto di vista della sua pericolosità. L’unico difetto? Non si trasmette per vie aeree e quindi il contagio è più difficile. Almeno per ora.

Il Dott. Gary Kobinger della Public Health Agency of Canada sta oggi lavorando su un cocktail di farmaci che potrebbe rappresentare un valido trattamento contro l’Ebola, la notizia è dei primi di agosto.

In Ucraina una guerra USA e UE per i più grandi depositi di gas scisto del mondo

Era chiaro fin dall'inizio che il coinvolgimento di USA e UE nel conflitto ucraino non aveva niente a che fare con l'instaurazione di un regime democratico e solo un'idiota potrebbe pensare il contrario visto i risultati delle guerre umanitarie in medioriente.

Ovviamente si sapeva che lo scopo era di indebolire la Russa ma un altro motivo che viene convenientemente censurato dalla stampa di regime è dovuto alla presenza di depositi di gas di scisto, che i paesi occidentali dovrebbero apprestarsi a sviluppare e che si trovano nel sud est dell'Ucraina.

Secondo fonti del governo tedesco tali riserve ammontano a 5.578 miliardi di metri cubi (bcm) (per fare un paragone le riserve degli Stati Uniti sono pari a circa 8.976 miliardi di metri cubi) e pare che il controllo sarà dato agli Stati Uniti.

Il giacimento di gas shale Yuzivska è al confine tra le regioni di Kharkov e Donetsk le cui risorse sono stimate in oltre 4000 miliardi di metri cubi.

Spunta un nuovo enorme hangar nella base militare Area 51

Area 51Le immagini satellitari della base statunitense Area 51 mostrano ciò che sembra la costruzione di un enorme hangar. Dimensioni, posizione e tempistica della costruzione di questa struttura porta molti a chiedersi: che cosa nasconde?

Nell’agosto 2013, la CIA riconobbe l’esistenza della base militare Area 51 nel deserto del Nevada, utilizzata per programmi di test di volo segreti. Durante la guerra fredda il sito fu utilizzato per testare gli aerei spia in grado di coprire lunghe distanze e volare ad alta quota.

Fu costruita nel 1954 presumibilmente come base segreta in cui l’azienda aerospaziale Lockheed Aircraft Corporation potesse sviluppare gli aerei per la CIA. Da allora la base ha continuato a crescere.

Nel 2007 una struttura che, secondo alcuni esperti potrebbe contenere il drone-spia segreto RQ-180, fu costruita dalla Northrop-Grumman. Tuttavia, recenti foto satellitari mostrano quello che sembra essere la costruzione di un nuovo grande hangar suscitando grande interesse.

Obama impone all'Ue di inasprire le sanzioni contro la Russia

Obama - Unione EuropeaObama: cancelleremo l’accordo di libero scambio, se l’Europa non dovesse cedere

Gli Stati Uniti minacciano l’Unione Europea con un primo ciclo di sanzioni, in caso la UE non dovesse imporre misure più dure contro la Russia. Secondo il portavoce della Casa Bianca, “l’esitazione europea nella decisione di imporre nuove sanzioni contro la Russia” potrebbe portare gli USA a interferire nel commercio fra le due sponde dell’Atlantico settentrionale.

Se l’Europa non dovesse aumentare il livello delle sanzioni prima di domenica, a partire dalla prossima settimana entreranno in vigore ampie restrizioni sulle operazioni commerciali transatlantiche.

Secondo il presidente statunitense Barack Obama, l’estensione delle sanzioni non è qualcosa di insolito, “perché gli Stati canaglia, come la Russia, hanno bisogno di sanzioni maggiori per cedere”. Durante la conferenza stampa, nella quale ha rivolto queste pesanti critiche al governo del presidente Vladimir Putin, Obama ha giustificato anche l’adozione di misure restrittive contro gli europei.

In Italia il governo cerca case sfitte per accogliere i clandestini

Sbarchi di Migranti in ItaliaORMAI LA REALTÀ STA ABBONDANTEMENTE SUPERANDO LE PIÙ PERVERSE FANTASIE

Monza – “Si invitano i Comuni della Provincia di Monza e della Brianza ad avviare una ricognizione sui territori di rispettiva competenza, per individuare strutture con capienza minima di 20 persone che fungano da hub, per la prima accoglienza dei migranti in arrivo finalizzata allo screening sanitario, all’espletamento delle principali formalità amministrative e al successivo smistamento presso unità abitative”.

Questo l’ultimatum del Prefetto di Monza e Brianza, la mantenuta da noi Giovanna Vilasi, nella sua lettera ai Sindaci dei Comuni della Provincia.

Ma non basta. Dopo la lettera minatoria di Banca Intesa ad alcuni albergatori veneti che venivano ‘invitati’ ad accogliere clandestini, e dopo la famosa circolare poi smentita di Padova, ecco tornare l’idea di requisire le case sfitte.

L'embargo russo potrebbe costare alla Ue 12 mld di dollari

Embargo RussiaLa Commissione europea ha creato una speciale autorità incaricata di valutare le conseguenze dell’embargo russo sui prodotti agroalimentari provenienti dall’UE. Il pregiudizio globale annuo potrebbe essere di 12 miliardi di dollari, mentre i fondi europei a disposizione per risarcire gli agricoltori ammontano a 400 milioni.

I giochi di potere attorno alla crisi ucraina si stanno trasformando per l’UE in una guerra alimentare su vasta scala e con guadagno zero. Dopo il divieto di esportazione in Russia, i paesi dell’UE, gli Stati Uniti e il Canada devono obbligatoriamente riorientare con urgenza la loro produzione agroalimentare verso i paesi dell’Asia, dell’America latina e i Caraibi.

Da subito è apparso evidente che i paesi maggiormente penalizzati dall’embargo sono la Polonia e i paesi del Baltico.

La Polonia perde un mercato che annualmente rappresenta 800 milioni di euro, pari allo 0.5% del suo Pil. Per le mancate esportazioni, l’Estonia perderà in un anno lo 0.3% del Pil. Anche la Finlandia si trova in una situazione critica (vedi correlati).

L'Italia di Renzi: alla fame e in spiaggia se sei italiano, soldi e casa se sei migrante

Clicca per ingrandireGara di solidarietà per la coppia che vive in spiaggia

Nicola ed Elisa, 46 anni lui, 37 lei, dormono in una piccola tenda verde sull’arenile di Motrone a Marina di Pietrasanta. Ma una signora si è offerta di aiutarli, dando la disponibilità di un tetto

MARINA DI PIETRASANTA. Da un mese vivono sulla spiaggia libera di Motrone, accampati in una piccola tenda verde che funziona un po’ come la borsa di Mary Poppins. Lì dentro, infatti, c’è l’intero mondo di Nicola Di Blasi ed Elisa Cammera: 46 anni originario della Sicilia lui, 37enne di Bologna lei.

Il loro non è un nuovo tipo di soggiorno “adventure” proposto da una qualche agenzia di viaggio, ma la condizione forzata in cui li ha costretti la perdita del lavoro e la crisi economica.

Dopo l’articolo uscito sul nostro giornale, però, è scattata la gara di solidarietà: una signora si è offerta di aiutarli, dando la propria disponibilità a mettere a disposizione una casa di sua proprietà.

Boeing malese: la Malaysia accusa Kiev

Boeing maleseAllora, chi è stato?

Ma è stata Kiev, avevate dubbi?

Se si legge Il News Straits Times, le accuse sono circostanziate ed evidenti.

Il quotidiano della Malaysia in lingua inglese, afferma che l’aereo civile di linea non l’hanno buttato giù i russi, neanche per idea.

La testata, piuttosto prossima al governo, afferma che l’MH17 e i suoi 298 passeggeri non li ha buttati giù Putin.

Secondo «Analisti dell’intelligence degli Stati Uniti hanno già concluso che il volo MH17 è stato abbattuto da un missile aria-aria, e finito con il cannone di bordo di un caccia che gli stava dietro».

La notizia, ampiamente ripresa da Maurizio Blondet, giornalista d’inchiesta, rilancia la tesi che sia stato un Sukhoi 25 attaccato alla coda del Boeing malaysiano prima che precipitasse a fare quel che è successo.

“Il giornale di Singapore cita un monitor dell’OSCE fra i primi a giungere sul luogo del disastro. 

Costui, un canadese-ucraino di nome Michael Bociurkiw, parlando alla tv canadese CBC il 29 luglio, già aveva dichiarato: «Ci sono due o tre pezzi della fusoliera che appaiono crivellate da qual che sembra un fuoco di mitragliatrice, un fuoco molto nutrito».

Precisazioni sull'embargo russo di prodotti occidentali

Embargo RussiaA proposito di disiformazione.

La Russia impone il bando sul settore alimentare per un anno , sui prodotti dei paesi che hanno imposti sanzioni.

Più o meno l’avete letta e sentita così.

Invece la Russia ha imposto il bando su alcuni specifici prodotti alimentari che provengono da alcuni specifici paesi che hanno imposto sanzioni.

Il che è parecchio diverso, e prima di scrivere gigantesche stronzate per avvallare tesi inesistenti (tipo sono sanzioni volute dai tedeschi bla bla bla, venghino siori venghino, ricchi premi e coitillon…) sarebbe bene andare nelle specifico.

Lo ha fatto il Wall Street Journal e…. (rullo di tamburi):

L’Italia non è neppure fra i primi 10 paesi più colpiti.

L'Italia è in mani cinesi

L'Italia è in mani cinesiOggi sulla stampa viene annunciata la chiusura del cerchio: lo Stato cinese direttamente o per il tramite di proprie aziende sistemiche ha acquisito il 2% circa anche di Generali.

Ora possiamo ben dire che il sistema Cina ha dichiarato espressamente il proprio interesse ad entrare stabilmente nell’azionariato di tutte le aziende sistemiche italiane visto che la partecipazione del gigante asiatico è ormai più che percettibile – ed anzi rilevante, anche simbolicamente – nelle seguenti aziende: Fiat, ENI, Enel, Terna, SNAM, Finmeccanica (Ansaldo Energia), Prysmian ed ora appunto Generali. Chiaro che nelle municipalizzate non hanno messo il becco, io farei lo stesso, ma mai dire mai…

Si sgombri il campo da dubbi: chi scrive è felicissimo di vedere investitori come quelli cinesi entrare in aziende sistemiche nazionali, come è felicissimo che le aziende dei paesi che hanno contribuito alla crisi dello spread (nominando il principale, la Germania: si ricordi che detta crisi fu innescata da enormi vendite di BTP da parte di Deutsche Bank nel luglio 2011 e dal fatto che l’Italia al contrario dello scaltrissimo paese di Goethe non poteva gestire l’inoptato nelle aste dei titoli di stato utilizzando la Banca d’Italia come cassa di compensazione temporanea, leggi diverse per paesi diversi, mah …) siano costrette a vedere l’interesse di un competitor temibilissimo che impedirà a competitors europei di comprare per molto meno del loro reale valore pezzi importanti del sistema industriale italiano (per altro aziende di spessore anche nel panorama europeo e mondiale).

 

È vietato l'impiego a scopo medico delle informazioni di carattere terapeutico e/o nutrizionale pubblicate senza il preventivo consiglio e/o supporto di un medico (anche naturopata e/o nutrizionista) legalmente autorizzato. Se previsto nella nazione in cui risiedi, esso costituisce reato, del quale l'utente − avendo agito in contrasto con le condizioni di utilizzo del quotidiano ECplanet − risponde a titolo esclusivo.

Per evitare inutili perdite di tempo, tutte le richieste di informazioni devono essere spedite non alla redazione di ECplanet bensì alle rispettive fonti citata in fondo ad ogni articolo.

| Torna su | Home | Archivio | Economia | In primo piano | Meteo | Contattaci | Posta |