Ti trovi quiSocietà / Verità censurate

Verità censurate


In Ucraina una guerra USA e UE per i più grandi depositi di gas scisto del mondo

Era chiaro fin dall'inizio che il coinvolgimento di USA e UE nel conflitto ucraino non aveva niente a che fare con l'instaurazione di un regime democratico e solo un'idiota potrebbe pensare il contrario visto i risultati delle guerre umanitarie in medioriente.

Ovviamente si sapeva che lo scopo era di indebolire la Russa ma un altro motivo che viene convenientemente censurato dalla stampa di regime è dovuto alla presenza di depositi di gas di scisto, che i paesi occidentali dovrebbero apprestarsi a sviluppare e che si trovano nel sud est dell'Ucraina.

Secondo fonti del governo tedesco tali riserve ammontano a 5.578 miliardi di metri cubi (bcm) (per fare un paragone le riserve degli Stati Uniti sono pari a circa 8.976 miliardi di metri cubi) e pare che il controllo sarà dato agli Stati Uniti.

Il giacimento di gas shale Yuzivska è al confine tra le regioni di Kharkov e Donetsk le cui risorse sono stimate in oltre 4000 miliardi di metri cubi.

Spunta un nuovo enorme hangar nella base militare Area 51

Area 51Le immagini satellitari della base statunitense Area 51 mostrano ciò che sembra la costruzione di un enorme hangar. Dimensioni, posizione e tempistica della costruzione di questa struttura porta molti a chiedersi: che cosa nasconde?

Nell’agosto 2013, la CIA riconobbe l’esistenza della base militare Area 51 nel deserto del Nevada, utilizzata per programmi di test di volo segreti. Durante la guerra fredda il sito fu utilizzato per testare gli aerei spia in grado di coprire lunghe distanze e volare ad alta quota.

Fu costruita nel 1954 presumibilmente come base segreta in cui l’azienda aerospaziale Lockheed Aircraft Corporation potesse sviluppare gli aerei per la CIA. Da allora la base ha continuato a crescere.

Nel 2007 una struttura che, secondo alcuni esperti potrebbe contenere il drone-spia segreto RQ-180, fu costruita dalla Northrop-Grumman. Tuttavia, recenti foto satellitari mostrano quello che sembra essere la costruzione di un nuovo grande hangar suscitando grande interesse.

Obama impone all'Ue di inasprire le sanzioni contro la Russia

Obama - Unione EuropeaObama: cancelleremo l’accordo di libero scambio, se l’Europa non dovesse cedere

Gli Stati Uniti minacciano l’Unione Europea con un primo ciclo di sanzioni, in caso la UE non dovesse imporre misure più dure contro la Russia. Secondo il portavoce della Casa Bianca, “l’esitazione europea nella decisione di imporre nuove sanzioni contro la Russia” potrebbe portare gli USA a interferire nel commercio fra le due sponde dell’Atlantico settentrionale.

Se l’Europa non dovesse aumentare il livello delle sanzioni prima di domenica, a partire dalla prossima settimana entreranno in vigore ampie restrizioni sulle operazioni commerciali transatlantiche.

Secondo il presidente statunitense Barack Obama, l’estensione delle sanzioni non è qualcosa di insolito, “perché gli Stati canaglia, come la Russia, hanno bisogno di sanzioni maggiori per cedere”. Durante la conferenza stampa, nella quale ha rivolto queste pesanti critiche al governo del presidente Vladimir Putin, Obama ha giustificato anche l’adozione di misure restrittive contro gli europei.

In Italia il governo cerca case sfitte per accogliere i clandestini

Sbarchi di Migranti in ItaliaORMAI LA REALTÀ STA ABBONDANTEMENTE SUPERANDO LE PIÙ PERVERSE FANTASIE

Monza – “Si invitano i Comuni della Provincia di Monza e della Brianza ad avviare una ricognizione sui territori di rispettiva competenza, per individuare strutture con capienza minima di 20 persone che fungano da hub, per la prima accoglienza dei migranti in arrivo finalizzata allo screening sanitario, all’espletamento delle principali formalità amministrative e al successivo smistamento presso unità abitative”.

Questo l’ultimatum del Prefetto di Monza e Brianza, la mantenuta da noi Giovanna Vilasi, nella sua lettera ai Sindaci dei Comuni della Provincia.

Ma non basta. Dopo la lettera minatoria di Banca Intesa ad alcuni albergatori veneti che venivano ‘invitati’ ad accogliere clandestini, e dopo la famosa circolare poi smentita di Padova, ecco tornare l’idea di requisire le case sfitte.

L'embargo russo potrebbe costare alla Ue 12 mld di dollari

Embargo RussiaLa Commissione europea ha creato una speciale autorità incaricata di valutare le conseguenze dell’embargo russo sui prodotti agroalimentari provenienti dall’UE. Il pregiudizio globale annuo potrebbe essere di 12 miliardi di dollari, mentre i fondi europei a disposizione per risarcire gli agricoltori ammontano a 400 milioni.

I giochi di potere attorno alla crisi ucraina si stanno trasformando per l’UE in una guerra alimentare su vasta scala e con guadagno zero. Dopo il divieto di esportazione in Russia, i paesi dell’UE, gli Stati Uniti e il Canada devono obbligatoriamente riorientare con urgenza la loro produzione agroalimentare verso i paesi dell’Asia, dell’America latina e i Caraibi.

Da subito è apparso evidente che i paesi maggiormente penalizzati dall’embargo sono la Polonia e i paesi del Baltico.

La Polonia perde un mercato che annualmente rappresenta 800 milioni di euro, pari allo 0.5% del suo Pil. Per le mancate esportazioni, l’Estonia perderà in un anno lo 0.3% del Pil. Anche la Finlandia si trova in una situazione critica (vedi correlati).

L'Italia di Renzi: alla fame e in spiaggia se sei italiano, soldi e casa se sei migrante

Clicca per ingrandireGara di solidarietà per la coppia che vive in spiaggia

Nicola ed Elisa, 46 anni lui, 37 lei, dormono in una piccola tenda verde sull’arenile di Motrone a Marina di Pietrasanta. Ma una signora si è offerta di aiutarli, dando la disponibilità di un tetto

MARINA DI PIETRASANTA. Da un mese vivono sulla spiaggia libera di Motrone, accampati in una piccola tenda verde che funziona un po’ come la borsa di Mary Poppins. Lì dentro, infatti, c’è l’intero mondo di Nicola Di Blasi ed Elisa Cammera: 46 anni originario della Sicilia lui, 37enne di Bologna lei.

Il loro non è un nuovo tipo di soggiorno “adventure” proposto da una qualche agenzia di viaggio, ma la condizione forzata in cui li ha costretti la perdita del lavoro e la crisi economica.

Dopo l’articolo uscito sul nostro giornale, però, è scattata la gara di solidarietà: una signora si è offerta di aiutarli, dando la propria disponibilità a mettere a disposizione una casa di sua proprietà.

Boeing malese: la Malaysia accusa Kiev

Boeing maleseAllora, chi è stato?

Ma è stata Kiev, avevate dubbi?

Se si legge Il News Straits Times, le accuse sono circostanziate ed evidenti.

Il quotidiano della Malaysia in lingua inglese, afferma che l’aereo civile di linea non l’hanno buttato giù i russi, neanche per idea.

La testata, piuttosto prossima al governo, afferma che l’MH17 e i suoi 298 passeggeri non li ha buttati giù Putin.

Secondo «Analisti dell’intelligence degli Stati Uniti hanno già concluso che il volo MH17 è stato abbattuto da un missile aria-aria, e finito con il cannone di bordo di un caccia che gli stava dietro».

La notizia, ampiamente ripresa da Maurizio Blondet, giornalista d’inchiesta, rilancia la tesi che sia stato un Sukhoi 25 attaccato alla coda del Boeing malaysiano prima che precipitasse a fare quel che è successo.

“Il giornale di Singapore cita un monitor dell’OSCE fra i primi a giungere sul luogo del disastro. 

Costui, un canadese-ucraino di nome Michael Bociurkiw, parlando alla tv canadese CBC il 29 luglio, già aveva dichiarato: «Ci sono due o tre pezzi della fusoliera che appaiono crivellate da qual che sembra un fuoco di mitragliatrice, un fuoco molto nutrito».

Precisazioni sull'embargo russo di prodotti occidentali

Embargo RussiaA proposito di disiformazione.

La Russia impone il bando sul settore alimentare per un anno , sui prodotti dei paesi che hanno imposti sanzioni.

Più o meno l’avete letta e sentita così.

Invece la Russia ha imposto il bando su alcuni specifici prodotti alimentari che provengono da alcuni specifici paesi che hanno imposto sanzioni.

Il che è parecchio diverso, e prima di scrivere gigantesche stronzate per avvallare tesi inesistenti (tipo sono sanzioni volute dai tedeschi bla bla bla, venghino siori venghino, ricchi premi e coitillon…) sarebbe bene andare nelle specifico.

Lo ha fatto il Wall Street Journal e…. (rullo di tamburi):

L’Italia non è neppure fra i primi 10 paesi più colpiti.

L'Italia è in mani cinesi

L'Italia è in mani cinesiOggi sulla stampa viene annunciata la chiusura del cerchio: lo Stato cinese direttamente o per il tramite di proprie aziende sistemiche ha acquisito il 2% circa anche di Generali.

Ora possiamo ben dire che il sistema Cina ha dichiarato espressamente il proprio interesse ad entrare stabilmente nell’azionariato di tutte le aziende sistemiche italiane visto che la partecipazione del gigante asiatico è ormai più che percettibile – ed anzi rilevante, anche simbolicamente – nelle seguenti aziende: Fiat, ENI, Enel, Terna, SNAM, Finmeccanica (Ansaldo Energia), Prysmian ed ora appunto Generali. Chiaro che nelle municipalizzate non hanno messo il becco, io farei lo stesso, ma mai dire mai…

Si sgombri il campo da dubbi: chi scrive è felicissimo di vedere investitori come quelli cinesi entrare in aziende sistemiche nazionali, come è felicissimo che le aziende dei paesi che hanno contribuito alla crisi dello spread (nominando il principale, la Germania: si ricordi che detta crisi fu innescata da enormi vendite di BTP da parte di Deutsche Bank nel luglio 2011 e dal fatto che l’Italia al contrario dello scaltrissimo paese di Goethe non poteva gestire l’inoptato nelle aste dei titoli di stato utilizzando la Banca d’Italia come cassa di compensazione temporanea, leggi diverse per paesi diversi, mah …) siano costrette a vedere l’interesse di un competitor temibilissimo che impedirà a competitors europei di comprare per molto meno del loro reale valore pezzi importanti del sistema industriale italiano (per altro aziende di spessore anche nel panorama europeo e mondiale).

Documento shock: sono gli Usa i registi delle guerre a Gaza e in Ucraina

Usa war Gaza UcrainaL’USGS, United States Geological Survey, è un’agenzia scientifica del governo degli Stati Uniti che studia il terreno americano, le sue risorse naturali e i rischi naturali.

L’USGS gestisce anche l’organismo in grado di individuare la posizione e la magnitudo dei terremoti di tutto il mondo.

In un documento ufficiale dell’USGS del marzo 2014, ripreso dal Washington Institute, viene presentata quella che potrebbe essere una motivazione per gli Stati Uniti per aver organizzato i movimenti che hanno portato alle attuali guerre in Ucraina e nella Striscia di Gaza: si tratterebbe di guerre energetiche, in un momento in cui la compagnia russa Gazprom firma importanti contratti commerciali che escludono il dollaro e l’economia americana viene sempre più messa in discussione.

Per gli Stati Uniti queste due guerre sarebbero dunque una questione di sopravvivenza.

Boeing malese: c'era una persona che forse doveva morire...

Glenn ThomasECCO CHI DOVEVA MORIRE...

Glenn Thomas, autorevole consulente dell’OMS a Ginevra, esperto in AIDS e, soprattutto, in Virus Ebola, era a bordo del Boeing 777 della Malaysia Airlines abbattuto ai confini tra l’Ucraina e la Russia.

Glenn Thomas era anche il coordinatore dei media ed era coinvolto nelle inchieste che stavano portando alla luce le controverse operazioni di sperimentazione di virus Ebola nel laboratorio di armi biologiche presso l’ospedale di Kenema. Ora che questo laboratorio è stato chiuso per volontà del Governo della Sierra Leone, emergono ulteriori particolari in merito agli interessi che nascosti dietro la sua gestione.

Bill e Melinda Gates hanno connessioni con i laboratori di armi biologiche situati a Kenema, epicentro dell’epidemia di Ebola sviluppatasi dall’ospedale dove erano in corso trial clinici sugli esseri umani per lo sviluppo del relativo vaccino, e ora, a seguito dell’avvio di un’indagine informale, emerge il nome di George Soros che, tramite la sua Fondazione, finanzia lo stesso laboratorio di armi biologiche.

In Italia per certe cariche pubbliche non esiste alcuna crisi

Marina Militare ItalianaLeggendo ieri questo articolo, ci siamo incuriositi e chiesti quale sia lo stipendio che un personaggio come il capitano di fregata Marco Bagni, che in diverse occasioni si è ‘gloriato’ dell’attività di scafista alla quale è stato destinato dal governo italiano, prende per distruggere la sua terra.

Fatta una ricerca su internet, abbiamo trovato una ‘succosa’ tabella con gli stipendi di alcuni dipendenti pubblici di alto livello.

Tra i quali sono compresi anche i membri della Marina Militare:

Ucraina: nessuna prova da parte degli Usa e Ue ma solo voglia di guerra

Usa Ue warC'è solo una parola per definire l'intera gamma dei notiziari e dei commenti dei media occidentali sui fatti ucraini, e in special modo la vicenda del volo MH17: propaganda bellica.

Mentre la parte russa ha pubblicato elementi probatori, niente di serio è stato offerto dall'occidente, nonostante l'area del conflitto ucraino sia coperta da innumerevoli sistemi di sorveglianza dallo spazio, dall'aria e da terra. Il Pentagono ha pubblicato “prove” prese dai social media!

Uno stratega militare svizzero, ex membro dello Stato Maggiore, ha confidato all'EIR che le immagini satellitari presentate dal generale Andrey Kartopov a Mosca il 22 luglio, mostranti postazioni missilistiche e aviogetti ucraini nella zona di guerra, sono “significativi fino al dettaglio”.

Gli americani invece “occultano le prove” e i britannici alimentano una propaganda di guerra simile a quella che precedette l'attacco all'Iraq. Il governo britannico ha ora in mano la scatola nera e farà in modo che non sarà rilasciato alcun dato che danneggerebbe Kiev.

Alcune multinazionali si stanno impadronendo dell'acqua del pianeta

Acqua sfruttata dalle multinazionaliL’ACQUA È UNA RISORSA IMPORTANTE E LA NESTLE’ LO SA BENE, continuando nelle sue acquisizioni, in questo caso nella riserva degli indiani Morongo in California.

Gli abitanti di Riverside, vivendo in una terra arida con penuria di acqua al confine di questa regione, si lamentano del fatto che la multinazionale svizzera riesca ad estrarla dal sottosuolo e imbottigliarla con il marchio Pure Life rivendendola in tutto il Nordamerica.

Tutto regolare dal punto di vista giuridico, visto che l’accordo della Nestlé con gli indiani, stipulato nel 2002 con termine 2027, non può essere modificato perché lo Stato della California non ha nessuna giurisdizione in questo territorio, aggiungendo il fatto che sono ignoti i termini del contratto e la quantità di acqua che viene estratta, ma risulta certo il profitto da parte del colosso elvetico stimato in circa 8 miliardi di euro l’anno.

Questa storia è stata raccontata dal regista svizzero Urs Schnell nel documentario “Bottled Life” premiato lo scorso anno al Festival di Berlino, denunciando il fatto che coloro che vivono ai margini della riserva indiana si lamentano della cattiva qualità dell’acqua, e del fatto che durante la giornata, viene interrotta più volte l’erogazione.

La Croazia rimpiange di aver aderito all'Unione Europea

Croazia UeLa Croazia è entrata nell’Unione Europea il 1. luglio 2013, ma dopo un solo anno sono in tanti a rimpiangere questa adesione. Le aspettative economiche sono nere e il governo di Zagabria non riesce a risolvere i suoi problemi strutturali.

I tanto decantati investimenti provenienti dall’estero non sono mai arrivati e la disoccupazione è esplosa arrivando al 17,2%, terzo tasso più alto d’Europa.

La disoccupazione giovanile è addirittura al 49,7%, dato drammatico che ben evidenzia come l’adesione all’UE non abbia portato alcun vantaggio.

Anzi: le politiche di austerità infatti impediscono al governo croato di attuare manovre per aiutare i suoi cittadini e Bruxelles, al posto che aiutare il paese, ha pensato bene di avviare un procedimento per deficit eccessivo. Deficit che, in un solo anno di Unione Europea, è aumentato di ben 5 punti percentuali, passando dal 59,6% al 64,7%.

 

È vietato l'impiego a scopo medico delle informazioni di carattere terapeutico e/o nutrizionale pubblicate senza il preventivo consiglio e/o supporto di un medico (anche naturopata e/o nutrizionista) legalmente autorizzato. Se previsto nella nazione in cui risiedi, esso costituisce reato, del quale l'utente − avendo agito in contrasto con le condizioni di utilizzo del quotidiano ECplanet − risponde a titolo esclusivo.

Per evitare inutili perdite di tempo, tutte le richieste di informazioni devono essere spedite non alla redazione di ECplanet bensì alle rispettive fonti citata in fondo ad ogni articolo.

| Torna su | Home | Archivio | Economia | In primo piano | Meteo | Contattaci | Posta |