Ti trovi quiEcologia / Inquinamento

Inquinamento


Migliaia di uccelli muoiono nella zona dei Grandi Laghi nell'America settentrionale

Clicca per ingrandireLe autorità forestali sono incredule e a dir poco sbigottite per questa tragedia che sta uccidendo migliaia di anatre e di oche lungo la baia del fiume Maumee, situata sul lago Erie.

Il fenomeno è iniziato verso metà febbraio (2011): circa duecento volatili avevano contratto una misteriosa malattia che gli ha inibito il controllo motorio e causato la morte. L'infezione si è poi propagata a macchia d'olio e nessuno sa quanto questa infezione potrebbe diffondersi.

Muoiono 5 milioni di pesci in Kenya

Clicca per ingrandireLe stime parlano di oltre 5 milioni di pesci morti nel fiume Mara in Kenia. Un evento apparentemente inspiegabile su cui sta indagando la National Environmental Management Authority (Nema), il Kenya Wildlife Service e il ministero keniota della sanità pubblica. il Kenya Wildlife Service ha inviato sul posto dei funzionari per raccogliere alcuni pesci morti ed analizzarli presso i laboratori governativi con lo scopo di identificare i motivi della loro morte.

Gli ambientalisti sono certi che questa strage è stata causata dalle sostanze chimiche riversate nel fiume Mara. Essi asseriscono inoltre che questi chimici hanno già ucciso anche coccodrilli e ippopotami.

Salmone rosso in Canada: una moria misteriosa

Clicca per ingrandireVANCOUVER— From Friday's Globe and Mail

Published Thursday, Jan. 13, 2011 6:55PM EST
Last updated Friday, Jan. 14, 2011 7:58AM EST

"Un gran numero di salmoni rossi (sockeye salmon) sta morendo nel fiume Fraser, prima di deporre le uova, a causa di un virus misterioso. Cosi dicono gli ultimi studi.

I dati storici mostrano che alcuni pesci muoiono sempre lungo la via verso i loro lidi per deporre le uova, ma dagli inizi degli anni '90 il problema si è fatto sempre più acuto: in alcuni anni sono morti più di 2milioni di pesci.

I ricercatori si sono arrovellati a lungo nel cercare che cosa facesse smettere di nuotare pesci apparentemente sani, che poi finiscono a pancia in su.

Corsi d'acqua inquinati dal rilascio di pesticidi dal mais OGM

Clicca per ingrandireLe piante di grano OGM che producono pesticidi nelle loro fibre stanno contaminando le riserve idriche nel Midwest, questo dice uno studio condotto dai ricercatori del Cary Institute of Ecosystem Studies e pubblicato nel Proceedings of the National Academy of Science.

Lo studio è stato condotto sul grano OGM che porta un gene dai batteri del Bacillus thuriengensis (Bt) che produce una proteina insetticida, la Cry1Ab. I ricercatori hanno testato 217 fiumi dell'Indiana per cercare tracce di Cry1Ab; la sostanza chimica è stata trovata nel 13 per cento di essi. Ogni fiume contaminato si trova distante 500 metri da un campo di mais.

L'inquinamento in Cina avvelena centinaia di bambini

Inquinamento in CinaUn altro scandalo per inquinamento in Cina, e anche in questo caso le vittime sono bambini: 24 bambini di età compresa fra nove mesi e e16 anni, sono stati ricoverati in ospedale per avvelenamento da piombo. Circa 200 bambini, nella città di Gaohe, nella provincia orientale dello Anhui soffrono per una concentrazione eccessiva di piombo nel sangue. Questo è l’ultimo di una lunga serie di episodi legati a problemi di inquinamento, spesso da metalli pesanti, che hanno colpito le province dello Shandong , Hunan , Shaanxi , Jiangsu e Guangdong negli ultimi due anni. 

Il governo della contea di Gahoe accusa la fabbrica di batterie Borui dell’inquinamento. La fabbrica ha potuto operare illegalmente dal 2007 nelle immediate vicinanze di un’area residenziale. Le autorità hanno dichiarato che l’impianto è stato chiuso il mese scorso, quando è stato scoperto il primo caso di inquinamento.

Il fiume canadese Victoria's del Goldstream Provincial Park si tinge di verde fluorescente

Il fiume canadese Victoria's del Goldstream Provincial ParkSono rimasti a dir poco inorridito gli amanti della natura, mercoledì 29 dicembre 2010, quando hanno visto le acque del fiume Victoria's del Goldstream Provincial Park, isola di Vancouver, Canada, tingersi di un colore verde brillante nel tardo pomeriggio. Sembrava che l'acqua mutasse la sua colorazione in verde fluorescente all'ingresso al parco. Dopo circa un'ora il fiume è tornato poi al suo colore normale.

Il portavoce del Ministero dell'Ambiente Dan Gilmore ha asserito che il Ministero dell'Ambiente ha prontamente inviato delle squadre d'intervento e i Vigili del Fuoco che hanno immediatamente valutato la situazione e raccolto dei campioni d'acqua per le analisi.

In tutto il pianeta all'improvviso muore la vita... Cosa sta succedendo?

"Un terzo delle creature viventi che erano nel mare morì e un terzo delle navi andò distrutto." (Apocalisse, 8, 9).

"Ci sarà un giorno in cui gli uccelli cadranno dal cielo, gli animali che popolano i boschi moriranno, il mare diventerà nero ed i fiumi scorreranno avvelenati. Quel giorno, uomini di ogni razza si uniranno come guerrieri dell'arcobaleno per lottare contro la distruzione della Terra". (Profezia Hopi)

Che cosa sta succedendo? Si chiede sgomento Timothy Bancroft-Hinchey. Forse non è difficile rispondere alla domanda deflagrata a seguito della moria di volatili e di pesci che sta colpendo diversi stati in tutto il mondo. Armi biologiche ed elettromagnetiche o aberrazioni del geomagnetismo? O ancora: fenomeni naturali ed indotti in un'esiziale sinergia?

Pioggia di uccelli morti dal cielo, anche a Faenza...

Tortora morta a Faenza“Il mistero sulla epidemia mortale degli animali si infittisce, dopo che 8000 tortore sono cadute morte (per vedere le foto clicca qui) in Italia, con una strana macchia blu sul becco, che si crede sia un segno di avvelenamento o ipoxia, ovvero mancanza di ossigeno che precede al malore di altitudine.

Il tempo freddo e una iperalimentazione si ritiene siano le cause della morte di 2 milioni di pesci nella Baia di Chesapeake, in USA e che dietro le morti di 100.000 pesci nel fiume Arkansas ci sia una malattia

Catastrofe nucleare in Niger

Catastrofe nucleare in NigerLo scorso 11 dicembre presso la miniera d'uranio Somair in Niger oltre 200.000 litri di fanghi radioattivi sono fuoriusciti da tre piscine lesionate riversandosi nell'ambiente. Una catastrofe radioattiva nel silenzio.

Le centrali nucleari continuano a seminare radioattività in tutto il mondo non solo di per sé, per la loro stessa esistenza, ma per le condizioni in cui viene estratto il minerale di uranio che le alimenta.

In Africa pochi giorni fa è accaduta una vera e propria catastrofe radioattiva nel disinteresse del mondo occidentale che pretende energia “pulita” dall'atomo (che è una contraddizione in termini).

Combattere l'inquinamento domestico con le piante

PianteIl progresso ha i suoi vantaggi ma, come per tutto, c’è il risvolto della medaglia. Da un lato abbiamo il meglio della tecnologia in casa: dall'Hi-fi al Wi-fi, dal microonde al micro-cellulare… dall'altro viviamo in ambienti altamente inquinati da elettromagnetismo, vapori, aria avvelenata. A questo punto i casi sono due: o cambiamo vita o cerchiamo di salvare il salvabile. Qui opteremo per la seconda soluzione; quella più alla portata di noi comuni mortali.

Con l'aumento dell'inquinamento atmosferico aumentano pure le patologie e i decessi

Inquinamento atmosfericoAumento di malattie da inquinamento atmosferico, eventi meteorologici estremi, cambiamenti nella geografia delle malattie infettive e delle parassitosi, perdita della biodiversità. Sono solo alcuni degli effetti dei cambiamenti climatici sulle nostre vite. Lo confermano i dati del rapporto elaborato insieme ai Medici per l'Ambiente. 

I dati confermano che la mortalità umana cresce del 3% per ogni grado di aumento della temperatura terrestre.

Pesci deformi nel lago Athabasca, in Canada

Pesce deforme del lago Athabasca, in CanadaPerché sono deformi, cosa succede ai pesci del fiume e del lago Athabasca, in Canada? Le foto – impressionanti – sono sul web, mentre i cadaveri sono stati mostrati da scienziati, pescatori ed ambientalisti nel corso di una conferenza stampa nei giorni scorsi all’Università dell’Alberta.

Qualche settimana fa, uno studio della stessa Università dell’Alberta ha confermato la presenza nel fiume e nel lago di sostanze tossiche come mercurio e arsenico, legate allo sfruttamento delle famose sabbie bituminose, che avviene a monte.

Tutto il mondo getta i propri rifiuti in Cina

Lian JiaoLian Jiao, cittadina nei pressi della metropoli di Guangzhou (Canton), è la discarica del mondo. Qui arrivano i rifiuti di Stati Uniti, Europa e molte altre nazioni per essere riciclati.

Ogni giorno tonnellate di scarti di supermercati e di manifatture del ricco mondo occidentale arrivano nella città, dove gli operai – soprattutto coppie di coniugi aiutate dai giovani figli – scavano con le mani tra pile di rifiuti. Gli involucri di plastica sono destinati a una vicina fabbrica, che ne ricava sostanze chimiche e versa ruscelli di coloranti e altri scarti in un inquinato fiume che poi si getta nel Pearl River.

Il 40% dei residenti nel Golfo del Messico soffre di problemi respiratori e di lesioni cutanee

Lesione cutaneeLa Columbia University ha divulgato un'indagine sullo stato di salute dei residenti nelle aree marine che si affacciano sul mare del Golfo del Messico esposti, a causa della BP, al petrolio, al metano e ai solventi chimici. Dall'indagine è emerso che il 40% di tutti i residenti sono stati colpiti da una vasta gamma di problemi di salute, in prevalenza disturbi respiratori e lesioni alla pelle. 

Dallo studio della Columbia University è emerso che:

Il Goveno Usa dice che nel golfo non c'è più petrolio ma viene totalmente smentito dalle immagini satellitari

Foto satellitare del Golfo del MessicoAlcuni giorni fa sia il governo federale degli Stati Uniti, sia i media statunitensi hanno fatto sapere ai propri cittadini e al mondo intero che la marea nera nel Golfo del Messico era scomparsa. Stando alle loro teorie i batteri marini si sarebbero mangiati tutto il petrolio del Golfo. Ma è davvero cosi? Perché in realtà le foto satellitari smentisco totalmente queste teorie.

 

È vietato l'impiego a scopo medico delle informazioni di carattere terapeutico e/o nutrizionale pubblicate senza il preventivo consiglio e/o supporto di un medico (anche naturopata e/o nutrizionista) legalmente autorizzato. Se previsto nella nazione in cui risiedi, esso costituisce reato, del quale l'utente − avendo agito in contrasto con le condizioni di utilizzo del quotidiano ECplanet − risponde a titolo esclusivo.

Per evitare inutili perdite di tempo, tutte le richieste di informazioni devono essere spedite non alla redazione di ECplanet bensì alle rispettive fonti citata in fondo ad ogni articolo.

| Torna su | Home | Archivio | Economia | In primo piano | Meteo | Contattaci | Posta |