Ti trovi quiLa dieta di Norman Walker basata su cibi crudi e freschi

La dieta di Norman Walker basata su cibi crudi e freschi


By Edoardo Capuano - Posted on 30 giugno 2012

Norman Wardhaugh WalkerNorman Wardhaugh Walker nacque a Genova, il 4 gennaio 1886 e morì nel 1985 all'età di 99 anni.

Il reverendo Robert Walker (suo padre) era un "pastore" (missionario) scozzese apparentemente distaccato in Italia, dato che almeno 5 dei suoi sei figli nacquero nel nostro Paese. Nel primo decennio del XX secolo tutta la famiglia Walker si trasferì a New York.

Ma ciò che ci interessa fu l'approccio al crudismo di Walker.

Walker era a favore di una dieta basata esclusivamente su cibi crudi e freschi come verdura, frutta, noci e semi.

Egli considerava il cibo cotto, come cibo morto e quindi non sano, dicendo che "mentre questi alimenti possono sostenere la vita nel sistema umano, lo fanno a scapito della salute, che progressivamente degenera, e di energia e vitalità."

I suoi suggerimenti consigliavano anche di evitare alimenti base come pane, pasta, riso e zucchero.

Egli considerava un colon sano la chiave per la salute, stimando che l'80% di tutte le malattie iniziano nel colon.

Scrisse: "Ogni ghiandola, organo e cellula del corpo è influenzata dalle condizioni del colon".

Secondo Walker, il problema numero uno alla base di quasi ogni afflizione o malattia è la stitichezza, affermando che la stipsi è "la causa principale di quasi ogni disturbo del sistema umano".

Clicca qui per approfondire.

Fonte: 100salute.it

la nostra alimentazione naturale è infatti strettamente frugivora e vegan crudista... noi siamo l'unico animale sulla faccia della terra che fa subire processi termici ai propri cibi naturali, devitalizzandoli e rendendoli "alieni" al nostro organismo, che non riconoscendoli più come cibi, entra pure in leucocitosi per cercare di difendersi... La dieta fruttariana e anche quelle vegan crudiste sono la cosa migliore che possiamo seguire per riacquistare la saluta al top.

Occhio a non passare troppo velocemente al crudo totale per chi è abituato a diete altoproteiche con carni, lattici e derivati animali... potrebbero scaturire crisi eliminative poco piacevoli e in casi estremi pure pericolose, per il disciogliersi troppo velocemente nell'organismo del muco e della tossiemia accumolatosi in esso in anni e anni di onnivorismo in cui abbiamo trattato inconsapevolmente il nostro corpo come un pozzo nero o bidone della spazzatura...

In questi casi è meglio passare al crudismo totale con un transizione con a volte verdure cotte che anche se prive di nutrimento possono essere utilizzate come scopa intestinale.

Frutta lontana dai pasti di verdure cotte e crude mi raccomando, per evitare le fermentazioni.

Meloni e angurie vanno mangiati a se stanti senza mischiarli ad altra frutta.

Il vostro organismo vi ringrazierà.

Consiglio a tal proposito di studiarsi il sistema della dieta senza muco di Arnold Ehret e i libri dei migliori igienisti quali Shelton e Tielden...

Per chi volesse diventare crudista sarebbe ottimo iniziare da un digiuno terapeutico, di qualche giorno...in modo che il corpo si disintossichi velocemente da molte porcherie accumolate....

Alcuni link utili:

http://tuttocrudo.blogspot.it/2008/06/una-dieta-crudista-senza-muco.html

http://www.fruttariani.it/

http://contiandrea.wordpress.com/2012/01/31/conversazioni-sullehretismo/

http://www.youtube.com/watch?v=zSDKXkWpYTQ

http://be40look20.com/

Sono perfettamente in linea col commento precedente.

Ecco gli effetti di una dieta crudista vegana : una settantenne che ne dimostra quaranta.

http://riccamente.blogspot.com/2012/03/annette-larkins-la-settantenne-che.html?spref=fb

 

È vietato l'impiego a scopo medico delle informazioni di carattere terapeutico e/o nutrizionale pubblicate senza il preventivo consiglio e/o supporto di un medico (anche naturopata e/o nutrizionista) legalmente autorizzato. Se previsto nella nazione in cui risiedi, esso costituisce reato, del quale l'utente − avendo agito in contrasto con le condizioni di utilizzo del quotidiano ECplanet − risponde a titolo esclusivo.

Per evitare inutili perdite di tempo, tutte le richieste di informazioni devono essere spedite non alla redazione di ECplanet bensì alle rispettive fonti citata in fondo ad ogni articolo.

| Torna su | Home | Archivio | Economia | In primo piano | Meteo | Contattaci | Posta |