Ti trovi quiGrazie al professor Mario Monti i caccia italiani potranno bombardare in Afghanistan

Grazie al professor Mario Monti i caccia italiani potranno bombardare in Afghanistan


By Edoardo Capuano - Posted on 29 gennaio 2012

Clicca per ingrandireAFGHANISTAN, IL GOVERNO MONTI DÀ IL VIA LIBERA AI BOMBARDAMENTI: I NOSTRI 4 CACCIA SARANNO DOTATI ANCHE DI BOMBE. NON GLI BASTAVA SPARARE ORA POTRANNO ANCHE BOMBARDARE.. E DIRE CHE TEMPO FA SI PARLAVA DI RITIRO DALL'AFGHANISTAN MENTRE OGGI RAFFORZIAMO IL NOSTRO RUOLO IN QUESTA GUERRA INUTILE AD UN TERRORISMO FIGLIO DI QUELLI CHE LO STANNOCOMBATTENDO..L'INGANNO GLOBALE PROSEGUE!

Caro Monti ti scrivo..mi verrebbe da dire..Ma visto che siamo in condizioni del tutto lontane da ogni logica democratica mi risparmio anche quest'incipit così amichevole. E allora da cittadino mi incavolo e mi ritorno alla mente la mia costituzione dove c'è scritto a caratteri cubitali che l'Italia ripudia la guerra! E allora va bene difendersi, ma attaccare proprio no. Ma amici miei la costituzione è carta straccia e questa non è una democrazia da tempo. E con Monti abbiamo un uomo della massoneria al potere..Figuriamoci che cosa gliene può fregare della costituzione o di quei poveri civili afghani che una guerra inutile si è portato via..Non ci bastava sparare ora vogliamo anche bombardarli i poveri afghani.

Ora dotiamo anche i nostri caccia di bombe costosissime alla faccia del nostro spirito pacifista e alla faccia della crisi..Fortunatamente non sono l'unico ad essere sdegnato da questa tremenda notizia. Leggendo un messaggio in un gruppo Facebook mi sono imbattuto con piacere nello status di Ferrero(Prc). Dico con piacere sia per le sue parole ma soprattutto per i commenti degli utenti:

Il governo ha deciso che gli aerei in Afghanistan potranno non solo sparare ma anche bombardare, dando il via libera nello specifico all'impiego delle bombe per i quattro cacciabombardieri italiani Amx Acol schierati ad Herat: è una vergogna! È intollerabile che il nostro governo decida, unico al mondo, di rafforzare il proprio ruolo di guerra, invece di perseguire l'obiettivo di andarsene il prima possibile da quel conflitto infinito». Lo afferma Paolo Ferrero, segretario nazionale di Prc-Fds che parla di un «altro pessimo elemento di continuità con il governo Berlusconi». «Anzi, l'esecutivo Monti - conclude Ferrero - riesce là dove La Russa aveva fallito, connotando in maniera ancora più pesante la nostra insensata presenza nella guerra in Afghanistan»

C'è Luigi che scrive tra i primi: “Italia ripudia la guerra!!! Ma questi stronzi guerrafondai, la Costituzione la leggono???”. Luigi ti rispondo subito, la Costituzione è carta straccia per loro e anche per noi vista che la violano continuamente senza che noi possiamo fare qualcosa!

Poi c'è uno Stefano incredulo: “non riesco a capire come possano appoggiare l'utilizzo della forza militare in Afghanistan, speravo che un governo composto da professori, da tecnici, almeno in questo facesse delle scelte diverse. Dovrebbero studiarsi la Costituzione”. Ah no Stefano quella la conoscono bene e con piacere la calpestano.. C'è chi non gliele manda a dire: “la domenica mattina sono in prima fila di fronte al prete però..............M---E siete e M---e resterete”.

E c'è chi finalmente si sta svegliando (forse): “Certo che gli articoli della costituzione li stanno mandando a farsi fott...!” E c'è chi ha le idee molto chiare: "Questa decisione è frutto del fatto che al ministero della difesa c'è un militare, cosa mai avvenuta dalla fine della guerra ad oggi”.

Appunto..vai a mettere un militare a fare il ministero della difesa..Ecco cosa succede. Tant'è che anche Angelo la vede allo stesso modo: "Del resto basta vedere chi abbiamo come ministro della difesa. E tra poco faremo l'errore di attaccare l'Iran”. Appunto..il problema è che quest'apertura all'attacco non può più far escludere in un appoggio all'offensiva all'Iran. In fondo siamo in mano ai massoni che vogliono a tutti i costi quella guerra.

Fonte: free-italy.info

Se avessimo potuto usare come arma la vostra ipocrisia a quest'ora già il conflitto afghano sarebbe concluso. Tutti grandi professori pronti a sputare sentenze. Scommetto però che nessuno di voi ha mai messo piede sul quel territorio. Vi invito a trascorrerci qualche mese, solo così potreste capire l'enorme contributo che stiamo dando a quella popolazione.

JK

Voi andate in guerra e siete pagati lautamente. Voi, con i vostri soci di altri paesi, non siete li per aiutare la gente, bensì per rastrellare il territorio con precisi ordini dettati dai criminali che vi comandano. Tutte le nazioni coinvolte in queste orribili missioni di sangue non sono li per aiutare il popolo della nazione invasa.

Con le vostre guerre rastrellate i soldi delle proprie nazioni generando povertà. Come potete avere la faccia tosta di asserire che siete in Afghanistan per aiutare la gente quando generate povertò nelle vostre stesse nazioni?

Che pena che fai, tu anonimo utente! Si capisce proprio che sei un guerrafondaio incallito, sicuramente microcippato pure nel culo! Chissà quanti ne hai ammazzati...

Andiamo con ordine:

-Non penso che qualche decina di euro in più al giorno possano definirsi un cospicuo pagamento. Soprattutto se si passano 6 mesi dall'altra parte del mondo rischiando costantemente la propria vita. Si compie una certa scelta, solamente se si è mossi da spirito di sacrificio e altruismo nei confronti degli altri. Il vero riconoscimento, la vera gratitudine ci viene fornita direttamente dalla popolazione afghana. Non ti immagini la gioia che si prova nel vedere ragazzini e adulti che ti circondano in festa perché sanno che gli stai portando viveri e cure mediche. Non ti immagini l'espressione nel voto di tutte le persone che hai aiutato nel costruire quel ponte o quella scuola. Sono momenti davvero speciali che rimangono dentro. Questi si che sono i momenti in cui capisci di essere pagato lautamente.

-Scusa ma quali sarebbero a tuo giudizio questi criminali che comandano?

Io non ne ho visti ne sentito parlare fai qualche nome spiegati. Non mi risulta che ci siano comandanti a cui non sia stata attribuita legittimamente la funzione di comando. Ne tanto meno che nessuno di loro si sia mai macchiato di un solo crimine.

-E' ovvio che la nostra Nazione subisce delle spese nell' affrontare questa operazione, particolarmente indigeste in questo periodo così difficile. Esportare democrazia e sicurezza in un paese afflitto e dilaniato dal terrorismo è però una di quelle cose che più mi rende orgoglioso di essere Italino. Lo spirito solidale e di aiuto che caratterizza il nostro paese non dovrebbe mai mancare, nemmeno nei momenti di crisi.

JK

Nel suo squallido post l'individuo anonimo scrive: "Vi invito a trascorrerci qualche mese, solo così potreste capire l'enorme contributo che stiamo dando a quella popolazione". Bella faccia di...

E a noi italiani chi ci aiuta? Milioni di case pignorate, un esercito di disoccupati.

I FONDI PER LE VOSTRE SCHIFOSE MISSIONI DI PACE DOVEVANO ANDARE ALLA POVERA GENTE IN ITALIA!!!!

IL NOSTRO ESERCITO DOVEVA RIMANERE IN ITALIA AD AIUTARE GLI ITALIANI A RISANARE AD ESEMPIO IL TERRITORIO O PER ALTRE OPERE.

Se non condividi il modo in cui sono stati elargiti i soldi pubblici cambia preferenza alle votazioni. Si dal caso che in Italia esista la democrazia. Il parlamento espressione diretta del popolo ha deciso una equa ripartizione. Se non sei daccordo chiedi spiegazioni a chi ti rappresenta sono loro che scelgono anche come impiegare l' esercito e tutti i suoi mezzi. Ti ricordo comunque che ad oggi si svolgono già operazioni conpiute dai militari sul nostro territorio "vedasi l'operazione strade sicure".

L'unico contributo vostro è quello a favore del Pentagono e delle multinazionali. In Italia ci sono milioni di disoccupati, ma è meglio dare i soldi all'esercito per le spudorate missioni di pace, vero? Ma che idiozie si permette di insinuare? Lei è un ipocrita!!!!

Cosa c'entra il Pentagono o le Multinazionali? Non sarà uno di quei soggetti afflitti dalla sindrome del complotto?Si spieghi meglio

 

È vietato l'impiego a scopo medico delle informazioni di carattere terapeutico e/o nutrizionale pubblicate senza il preventivo consiglio e/o supporto di un medico (anche naturopata e/o nutrizionista) legalmente autorizzato. Se previsto nella nazione in cui risiedi, esso costituisce reato, del quale l'utente − avendo agito in contrasto con le condizioni di utilizzo del quotidiano ECplanet − risponde a titolo esclusivo.

Per evitare inutili perdite di tempo, tutte le richieste di informazioni devono essere spedite non alla redazione di ECplanet bensì alle rispettive fonti citata in fondo ad ogni articolo.

| Torna su | Home | Archivio | Economia | In primo piano | Meteo | Contattaci | Posta |