I mass media manipolano la spiritualità delle masse

Mass media

La più grande truffa nella storia dei mass media

1. Premessa.

2. Il potere dei mass media.

3. La strana caratteristica dei personaggi Tv: la mancanza di una vita spirituale.

4. La manipolazione spirituale dei mass media.

5. Gli attacchi alla spiritualità.

6. Gli obiettivi della manipolazione spirituale.

7. Conclusioni.

1. Premessa.

Per anni ho amato la TV come mezzo, ma anche come fine. Uno dei miei piaceri più grandi era vedermi un bel telefilm, magari sgranocchiando noccioline, bevendo una bibita o un caffè e poi fumando una sigaretta.

Avevo la TV anche al bagno, perché mi piaceva vedermi il TG5 mentre mi facevo la barba e trovavo che si trattasse di un’invenzione eccezionale. Pensavo ad esempio ai malati costretti per mesi o anni a letto, alle persone sofferenti di insonnia, e al cambiamento in positivo che potevano ricevere dall’avere un’ampia scelta di programmi TV, film, telefilm, documentari, notiziari, ecc.

In Gran Bretagna sempre meno banconote in circolazione

Stop contanteL'ammontare di banconote in circolazione scenderà di un altro 30% nei prossimi dieci anni, prima di sparire e lasciare il posto alle carte di credito.

Tempo una ventina d'anni e il popolo britannico potrebbe vedere circolare l'ultima banconota di sterline.

Le ultime cifre pubblicate dell'autorità mettono in evidenza come aziende e famiglie stiano lentamente abbandonando l'utilizzo della moneta fisica, a cui vengono preferite le carte di credito.

I pagamenti effettuati con le carte elettroniche sono in aumento e stando ai dati del Consiglio dei Pagamenti britannico, nel 2014 hanno oltrepassato l'utilizzo di monete e banconote per la prima volta nella storia.

Se il trend prosegue a questo passo, i volumi di cash in circolazione dovrebbero scendere di un altro 30% nei prossimi dieci anni, prima di scomparire del tutto. Lo dicono le cifre e stime dell'organismo inglese incaricato di supervisionare i sistemi di transazioni.

Il Consiglio dei Pagamenti ha reso noto che non è solo l'inglese medio a favorire i pagamenti elettronici, ma anche le aziende e gli istituti finanziari, che stanno sempre di più optando per l'utilizzo di bancomat e carte di credito.

La Ue ha pianificato un intervento militare in Libia

Flotta NatoLa EU ha stilatio piani di attacchi militari per cercare di frenare il flusso di migranti nel Mediterraneo, prendendo di mira i network del traffico umano.

Lunedì u.s. ha lanciato un invito per assicurarsi un mandato dell'ONU per una azione armata nelle acque territoriali libiche.

La Gran Bretagna sta abbozzando la risoluzione del consiglio di sicurezza dell'ONU che autorizzerebbe la missione, han detto funzionari importanti a Bruxelles.

Questo avrebbe comando italiano, con la partecipazione di circa 10 paesi EU, inclusi Gran Bretagna, Francia, Spagna, Italia e potrebbe anche coinvolgere la NATO sebbene non ci siano piani per un suo coinvolgimento iniziale.

Lunedì u.s. Federica Mogherini, il coordinatore della politica estera e di sicurezza della EU, ha tenuto una relazione al Consiglio di Sicurezza ONU in New York, ovvero piani per un “capitolo 7”, una risoluzione che autorizza l'uso della forza.

Chemtrails: distruzione della Terra in 10 punti

ChemtrailsChemtrails: ecco come stanno distruggendo il pianeta Terra in 10 punti.

I programmi di aviodispersione aerea globali (Geoingegneria climatica clandestina, scie chimiche) sono in corso tramite aerei ogni giorno in tutto il pianeta. Ogni nostro respiro contiene microscopiche particelle nano tossiche.

1. Le nano particelle sono così piccole che penetrano direttamente attraverso il rivestimento del polmone ed entrano nel flusso sanguigno. Nel sangue, possono aderire alle cellule ricettrici, lentamente, ma sicuramente, danneggiare le nostre funzioni di salute e le condizioni fisiche, come il sistema immunitario. Le particelle sono anche una piattaforma in cui proliferazione fungina impazza. Recenti studi affermano il 70% + di tutti gli impianti in corso e l’estinzione degli animali è ora causata da infezione fungina.

2. Gli strati protettivi dell’atmosfera, più precisamente lo strato di ozono e la ionosfera, vengono saturati dalle aviodispersioni “spruzzate” (aerosol spray). Questo rende la vita di TUTTI, sul pianeta Terra, esposta a livelli pericolosi di radiazioni. I livelli di UV sono già aumentati drammaticamente in tutto il mondo (Monsanto ha progettato colture resistenti ai raggi UV). 

3. L’aviodispersione clandestina è molto probabilmente stato un importante fattore che contribuisce “emergenza planetaria climatica” ora in particolar modo presente nella zona est della Siberia dell’Artico. Questa emergenza, come affermato dagli scienziati di ricerca coinvolti, è la massiccia espulsione di metano dal fondo del mare.

A Roma è emergenza criminalità predatoria

Criminalità predatoria a RomaA Roma negli ultimi tre anni (2010-2013) i borseggi sono aumentati del 75% (molto più della media nazionale, pari a +43,7%), i furti nei negozi del 29,5% (+15,2% in Italia), i furti sulle auto in sosta del 20,6% (+5,1% il valore medio del Paese).

In più Roma rimane una grande piazza dello spaccio di droga: nell’ultimo triennio questi reati sono aumentati del 43,4% contro una media nazionale pari solo a +3,3%. I numeri raccontano una insicurezza crescente in strada, nelle piazze e nei luoghi pubblici della capitale, una pericolosa deriva di micro-illegalità diffusa che semina insicurezza tra i cittadini.

E non mancano forme di illegalità di nicchia più alta, con i furti di opere d’arte e materiale archeologico aumentati del 38,9% negli ultimi tre anni.

I dati provvisori riferiti ai primi nove mesi del 2014 segnalano per Roma una riduzione dei reati complessivi (-6,6%), ma non dei borseggi, che anzi continuano ad aumentare (+18,2%), né delle rapine negli esercizi commerciali (+14%).

Cresce l’insicurezza dei cittadini

Roma è una città percepita sempre meno sicura dai suoi abitanti. Il 55,4% dei romani ritiene la capitale una città oggi meno sicura rispetto a qualche anno fa. Ne sono convinti soprattutto i residenti dei quartieri del centro (58,6%) e della estrema periferia (56,4%), le donne (60,5%) e i più giovani (di 18-29 anni: 65%).

La forza della presa ti dice se sei in salute

La forza della presaRisultati clamorosi di una nuova ricerca: possibilità di morte prematura e rischi infarto si possono prevedere guardando la forza della presa.

Lo stato di salute di ciascuno di noi può essere nascosto nel palmo della mano.

Secondo una ricerca condotto su un campione di quasi 140.000 persone di 14 paesi paesi, la forza di presa della mano è in grado di anticipare in maniera addirittura più precisa della pressione sanguigna il rischio di avere un attacco di cuore o un ictus.

Lo si legge nella rivista scientifica Lancet.

Secondo il team di ricerca internazionale che condotto lo studio, questo tipo di controllo è “semplice oltre che poco costoso” per i medici. Secondo lo studio, la presa diminuisce nel corso degli anni. Ma coloro la cui forza declina in maniera repentina è esposto a maggiori rischi di salute.

Un esempio. Una donna intorno ai 20 anni ha una forza di presa della mano fino 34kg, che scende a 24 kg quando raggiunge i 70 anni.

Secondo Mark Carney gli immigrati danneggiano l'economia locale

Mark CarneyFino ad ora, studi di economisti e il buon senso delle persone normali, ma è la prima volta, che un banchiere centrale lo dice in un intervento pubblico: gli immigrati danneggiano l’economia.

Parole di Mark Carney (foto), Mister Sterlina, capo della Banca d’Inghilterra. Lui, ha parlato per il Regno Unito, ma è ovvio che vale per tutte le economie che ospitano un flusso continuo di immigrati.

L’afflusso di lavoratori stranieri – ha detto – sta minacciando l’economia tenendo troppo bassi i salari“. Dirompente, è una posizione che sarebbe piaciuta anche a Marx – del resto ottimo economista e pessimo politico – e che dovrebbero essere il grido di battaglia dei sindacati. Dovrebbero.

In un intervento drammatico, Mark Carney ha denunciato che “un alto tasso di immigrazione spiega come mai i salari rimangono fermi“. E scendono in termini reali, visto che l’inflazione sale.

Ha detto che questo “è un rischio per la ripresa del Paese dalla peggiore recessione in un secolo“.

I commenti di Carney arrivano nel giorno della pubblicazione di dati che mostrano un flusso record di lavoratori stranieri in Gran Bretagna: si sono presi tutti i lavori generati da una ripresa fasulla.

La colossale manipolazione: per non farci pensare ci rubano il tempo

Controllo della menteAVVERTENZA! : questo stralcio su uno scritto di Carpeoro richiede un po' di tempo per essere letto e ... purtroppo sarebbe utile soprattutto a chi "non ha molto tempo" ...

Il rapporto tra la velocità e il tempo è cambiato solo negli ultimi quattro secoli: alla velocità è stato assimilato un significato di efficacia, di efficienza, mentre alla lentezza viene attribuito un coefficiente simbolico di ritardo e inefficienza.

Una persona che ha dei problemi la chiamiamo “ritardata”: tendiamo a considerare poco efficiente chi, magari, una cosa la capisce dopo – chi risponde dopo, chi reagisce dopo. È un ritardo, che per noi oggi è automaticamente un’inefficienza, un’inabilità.

Quante volte usiamo l’espressione “perdere tempo”? I latini dicevano “festina lente”, cioè“affrettati lentamente”. Per circa due secoli è stato il motto di case nobiliari nonché del veneziano Aldo Manuzio, il primo editore del mondo. Già nella favola di Fedro, la tartaruga batte la lepre. Il “festina lente” lo ritroviamo nei testi più misteriosi, all’origine del rosacrocianesimo, e in Giordano Bruno, nel famoso dialogo de “La cena delle ceneri”. Manzoni, nei “Promessi sposi”, lo cambia in “adelante, cum judicio”: veloce, ma con prudenza.

La velocità percepita come virtù è un’acquisizione molto recente. Attribuire alla velocità un valore positivo e alla lentezza un valore negativo può non essere una cosa utile, in senso assoluto: chi ha detto che il boia che dice “domani” è peggio del boia che dice “subito”?

L'Amore va tutelato con le giuste parole

Le Parole per Salvare l'Amore - LibroTutto dipende da quello che dici (e non dici)

Se hai difficoltà nella tua relazione, piccole o grandi che siano, se stai vivendo una crisi importante nel tuo rapporto, se la tua coppia è a un bivio pericoloso e cerchi qualcosa che possa aiutarti a risolvere la situazione e a salvare la tua relazione, questo libro fa per TE.

A volte la coppia scoppia.. anche se l'amore c'è ancora!

Per evitare questo paradosso, il massimo esperto italiano di Programmazione Neuro Linguistica (PNL) illustra con stile leggero ma autorevole come accorgersi quando un litigio non è un semplice litigio ma una crepa che si è ancora in tempo ad arginare.

La comunicazione all'interno di una coppia ha cinque nemici:

  • criticare
  • disprezzare
  • mettersi sulla difensiva
  • fare muro
  • cominciare male.

Per connettersi emotivamente col proprio partner bisogna saper riconoscere, esprimere e accettare le sue richieste di connessione.

Bisogna proteggere lo spazio della relazione con i rituali di coppia, seminare il terreno emotivo condividendo sogni e valori, non smettere mai di conoscersi.

Aree verdi sui tetti degli autobus

Bus con aiuola verde sul tettoPer l'architetto paesaggista Marc Grañen l'ecosostenibilità è un vero e proprio obbligo e non tanto una strada eventualmente da seguire.

Ispirandosi a questo concetto egli, assieme ad alcuni scienziati, ha costituito la Phytokinetic.

Questa azienda crea delle cose veramente particolari: giardini, aiuole e orti urbani mobili.

Ma la curiosità sta nel fatto che queste creazioni vengono poi installate sui tetti di ogni tipo di veicolo, compresi i tetti degli autobus.

Secondo i promotori di questa iniziativa in questa maniera il verde viaggia in città e questo a beneficio della qualità dell'aria visto che si riducono le emissioni di biossido di carbonio che fuoriesce dai tubi di scarico e dai condizionatori.

Nelle grandi città «spiega l'architetto imprenditore Marc Grañen» viviamo tutti immersi nel cemento e nel grigiore dello smog. Oltretutto per colpa della crisi ci sono sempre meno soldi da investire per tutelare e accentuare le zone verdi. Questa tendenza va invertita al più presto.

I primi clienti hanno già bussato alla porta della Phytokinetic. Si tratta di aziende private ma anche pubbliche.

La Russia vuole la Grecia nell'istituto fondato dai Brics

Putin e TsiprasIl vice ministro russo delle Finanze Sergei Storchak ha chiesto al premier Alexis Tsipras di unirsi a Brasile, India, Cina e Sudafrica.

La Russia ha chiesto formalmente alla Grecia di entrare a far parte dell'istituto fondato dai Brics come alternativa alla Banca Mondiale.

Secondo quanto riportato da Bloombrg il vice ministro russo delle Finanze Sergei Storchak ha chiesto al premier greco Alexis Tsipras di diventare il sesto membro della Nuova Banca Mondial dei paesi in via di Sviluppo, unendosi a Russia, Brasile, India, Cina e Sudafrica.

Tsipras si è detto disponibile ad affrontare la questione al forum economico di San Pietroburgo che si terrà dal 18 al 20 giugno e che vedrà la partecipazione dei leader dei cinque principali paesi in via di Sviluppo.

Stando a quanto emerso dalle indiscrezioni, Tsipras è rimasto piacevolmente sopreso dalla proposta venuta dal Cremlino.

Atene, che ha sempre avuto buoni rapporti con Mosca, sta da qualche tempo allacciando rapporti più stretti con la Russia, mantenendo una posizione più neutrale rispetto alle altre forze occidentali, molto critiche nei confronti del ruolo giocato da Putin nella guerra civile in Ucraina.

In 11 aree l’80% della deforestazione mondiale

Clicca per ingrandireSono undici are in tutto il mondo quelle in cui si concentra l’ottanta per cento della deforestazione. Dieci di queste si trovano ai tropici.

Le aree a rischio sono l’Amazzonia, la foresta atlantica, Gran Chaco, le foreste del Borneo, il Cerrado, il Choco-Darien, il bacino del Congo, le boscaglie dell’Africa Orientale, l’Australia orientale, il Grande Mekong, la Nuova Guinea e Sumatra. Questi ecosistemi sono tra i più ricchi al mondo di fauna selvatica, e ospitano le specie in via di estinzione, come oranghi e tigri.

Tutte queste aree sono essenziali per le popolazioni indigene che le abitano.

Fino a 170 milioni di ettari di foresta rischiano di essere perduti tra il 2010 e il 2030 lungo la linea del “fronte della deforestazione", se non verranno adottate misure per invertire il trend.

E’ quanto emerge dalla ricerca del WWF. “Immaginate un bosco che si estende in tutta la Germania, la Francia, la Spagna e il Portogallo spazzato via nel giro di 20 anni”, dice Rod Taylor, del WWF.

Lo yuan conquisterà anche il Nord America

Harper - JinpingLa valuta cinese raccolgie sempre più seguaci nel processo d’internazionalizzazione. Dopo l’istituzione in Asia-Pacifico e Europa di centri di scambio diretto per consentire investimenti in attività finanziarie denominate in Yuan, ora si spezza la resistenza del Canada, vecchio alleato degli Stati Uniti, destinato ad essere la piattaforma della “yuanizzazione” del continente americano.

Lo yuan è un componente del potere ‘morbido’ (mezzi ideologici, culturali e diplomatici utilizzati da una nazione per influenzare le azioni degli attori nel sistema internazionale) della Cina per avere il supporto dei Paesi più allineati alla politica estera degli Stati Uniti.

Con il tasso di crescita annuo pari a circa il 7% e le aspettative di redditività nelle zone economiche speciali che si riducono rapidamente, la Cina cerca di trasformare i termini delle sue relazioni economiche con i Paesi industrializzati. Con l’aumentare della domanda di prodotti ad alto valore aggiunto dei consumatori cinesi, centinaia di uomini d’affari occidentali mostrano maggiore interesse ad incrementare gli affari con il gigante asiatico.

Con il crescente ruolo della Cina sui flussi di capitale (investimenti diretti, di portafoglio, ecc.) e sul commercio mondiale, aumenta in parallelo l’orbita d’influenza dello yuan quale mezzo di pagamento ed investimento e valuta di riserva in sempre più settori dell’economia globale.

In Italia con Renzi pressione fiscale al 48,2%

Renzi - pressione fiscaleIn Italia il carico fiscale sul lavoro continua a crescere: tra il 2013 e 2014 è aumentato del +0,4%, toccando il livello record del 48,2% del costo del lavoro: significa che quasi metà di quanto gli imprenditori pagano per le buste paga dei lavoratori se ne va in tasse e contributi sociali.

Lo rivela una ricerca del centro studi ImpresaLavoro che, elaborando gli ultimi dati Ocse, dimostra come l’Italia sia «l’unico grande paese europeo che registra una crescita consistente del cuneo fiscale».

Quest’ultimo, infatti, diminuisce in Francia (-0,4%) e Regno Unito (-0,3%) mentre resta sostanzialmente invariato in Germania (+0,1%) e Spagna (0,1%).

La pressione fiscale per i lavoratori si è effettivamente ridotta soltanto per alcune fasce di popolazione, in particolar modo per i single a basso reddito (il calo è compreso tra il -2,3% e il -2,5%) e le famiglie con due redditi (con una riduzione tra il -0,6% e il -0,7%).

Risulta invece in aumento per le famiglie monoreddito con figli (+0,5%) e i single con reddito medio o sopra la media (rispettivamente +0,4% e +0,5%).

Secondo ImpresaLavoro «il bonus fiscale degli 80 euro deciso dal governo Renzi ha paradossalmente prodotto effetti distorsivi, colpendo quanti sono costretti a mantenere una famiglia con un solo stipendio».

Pillole dimagranti letali

Pillole dimagranti letaliTutto è iniziato con la tragica morte, a metà aprile, di Eloise Aimee Parry, era una ragazza inglese di appena 21 anni, deceduta a causa di alcune pillole dimagranti acquistate online. Subito è stato messo sotto accusa il componente dinitrofenolo (DNP), una sostanza considerata altamente tossica e di cui Eloise avrebbe fatto abuso, fino a provocarsi un’overdose.

La Food Standards Agency britannica lanciò un appello per evitare che i cittadini proseguissero ad acquistare questo tipo di prodotti, soprattutto le pillole che contengono quella sostanza, molto pericolose per la salute. Si capì subito anche che quelle pillole dimagranti non avrebbero dovuto essere messe in vendita, in quanto assolutamente non adatte per il consumo umano.

È notizia di queste ore che l’allarme è stato elevato al massimo grado, con l’intervento dell’Interpol che ha lanciato un’allerta generalizzata su pillole dimagranti e creme a base di 2,4-dinitrofenolo, una sostanza illecita e potenzialmente letale utilizzata anche dai culturisti. Oltre ai pericoli legati alla sostanza, i rischi sono amplificati dalla produzione illegale, in laboratori clandestini che espongono i consumatori al rischio di sovradosaggio e contaminazioni.

 

È vietato l'impiego a scopo medico delle informazioni di carattere terapeutico e/o nutrizionale pubblicate senza il preventivo consiglio e/o supporto di un medico (anche naturopata e/o nutrizionista) legalmente autorizzato. Se previsto nella nazione in cui risiedi, esso costituisce reato, del quale l'utente − avendo agito in contrasto con le condizioni di utilizzo del quotidiano ECplanet − risponde a titolo esclusivo.

Per evitare inutili perdite di tempo, tutte le richieste di informazioni devono essere spedite non alla redazione di ECplanet bensì alle rispettive fonti citata in fondo ad ogni articolo.

| Torna su | Home | Archivio | Economia | In primo piano | Meteo | Contattaci | Posta |